Cronaca

A San Filippo protestano gli operai A2A, infuocata assemblea fuori dall'azienda

L'incontro tra dipendenti e i segretari di categoria Fiom Fim Uilm

Questa mattina si è svolta un'affollata assemblea a cui hanno preso parte tutti gli operai dell'indotto A2A di San Filippo del Mela insieme ai segretari di categoria Fiom Fim Uilm: unanimemente è stato dichiarato che non sono più tollerate espressioni di prepotenza ed arroganza aziendale. 

A seguito dell’assemblea è stata proclamata un’ora di sciopero per ribadire – tramite la totale adesione dei lavoratori - la necessità di adottare anche in quell’impianto regole e tutele per tutti. Il movimento sindacale, in vista dell’incontro che si terrà in Sicindustria il 18 maggio, non ha alcuna intenzione di fermarsi finchè non sarà firmato l'accordo per regolare i flussi occupazionali – perché i criteri erano già stati concordati con tutte le parti in causa - e per un reale sistema di relazioni sindacali. 
Infine, le segreterie provinciali di Fim Fiom e Uilm hanno comunicato che saranno attivate le procedure di elezioni RSU/RLS per rafforzare la rappresentanza sociale dei lavoratori malgrado il licenziamento di un RSA per rappresaglia.

In questo senso, è infatti assolutamente inaccettabile che in un ambiente ad alto rischio di incidenti rilevanti, con la presenza di inquinanti, non siano presenti responsabili della sicurezza come gli RLS eletti dai lavoratori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A San Filippo protestano gli operai A2A, infuocata assemblea fuori dall'azienda
MessinaToday è in caricamento