rotate-mobile
Cronaca Santa Teresa di Riva

Ast rassicura sulle corse soppresse: "Alcune saranno ripristinate", il sindacato: "Vogliono favorire lobby locali"

L'annuncio dell'Azienda siciliana trasporti alla vigilia della manifestazione di protesta che domani partirà da Santa Teresa di Riva e che coinvolge dieci sindaci del comprensorio. Faisa Cisal chiede le dimissioni del direttore generale e annuncia nuove querele per interruzione di pubblico servizio

Saranno ripristinate alcune corse dell'Ast nei comuni dello Jonio ma non si ferma la protesta sulle carenze e i disservizi dell'azienda siciliana trasporti.

Domani l'attesa manifestazione a Santa Teresa di Riva con dieci sindaci del comprensorio alla quale parteciperanno anche Cgil e Fiasa Cisal - con i responsabili Sergio Crisafulli e Antonino Cottone - che ha già presentato esposti in procura per interruzione di pubblico servizio nella fascia tirrenica e altri ne presenterà per la fascia jonica.

Raggruppamento e sit in alle 9 in piazza Mercato.

"Sorge il serio dubbio che questi disservizi siano dovuti e pilotati per aiutare e indirizzare questi servizi a favore di aziende private - spiega a MessinaToday Ugo Sergio Crisafulli, sub commissario della Faisa Cisal di Messina e coordinatore delle autolinee private regionali - così come avvenuto nella zona di Modica, Gela e Siracusa. Basti pensare che attualmente è arrivata la preinformazione a tutte le aziende private per l'espletamento di una gara di 819 milioni oltre Iva a cui l'Ast non parteciperà. Questi disservizi servono per inserire in questo bando alcune tratte che fanno gola ad alcune lobby del trasporto pubblico locale. La carenza di personale appare poi strumentale in quanto dall'1 aprile i servizi urbani di Milazzo e di Acireale sono stati dismessi dall'Ast e si sono liberate delle risorse umane che avrebbero dovuto colmare questa presunta carenza".

Il comitato pendolari della zona tirrenica ha già sottoscritto 230 firme raccolte da lavoratori,  pendolari e studenti che soffrono dei disservizi provocati dalla partecipata Regionale di TPL nel bacino dei Nebrodi.

La segreteria regionale Faisa Cisal Sicilia ha intanto  inoltrato al presidente di Ast spa,  formale  richiesta di dimissioni dell' attuale direttore generale della Società  (Socio Unico Regione  Siciliana).

Intanto l'Ast rassicura sul ripristino di due corse pomeridiane a Santa Teresa di Riva, Roccafiorita e Antillo. E’ quanto disposto dalla direzione generale dell’Azienda Siciliana Trasporti. In merito alle preoccupazioni espresse recentemente da alcuni sindaci per quanto riguarda il servizio di trasporto pubblico locale nel comprensorio ionico, l’Ast sottolinea che è al lavoro per risolvere il problema. 

Due delle nostre corse (Santa Teresa di Riva - Roccafiorita delle 17,45), e (Santa Teresa di Riva - Antillo delle 18,30)  erano state cancellate in seguito alla mancanza di personale dovuto anche al pensionamento di alcuni autisti.

Per superare le difficoltà attuali nel comprensorio ionico, a stretto giro saranno assegnati alcuni autisti che precedentemente svolgevano il servizio urbano ad Acireale, servizio che dal 2 aprile scorso è stato abolito. 

Riguardo la corsa che interessa Santa Teresa di Riva, Savoca, Casalvecchio Siculo e Antillo, da oggi sarà ripristinato il percorso originario attraverso il centro del paese di Casalvecchio Siculo

Per quanto riguarda i disservizi verificatisi tra il 7 febbraio e il 20 marzo 2024, sono stati causati da problemi tecnici e guasti che hanno interessato otto dei nostri mezzi. La situazione è in fase di risoluzione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ast rassicura sulle corse soppresse: "Alcune saranno ripristinate", il sindacato: "Vogliono favorire lobby locali"

MessinaToday è in caricamento