Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Lipari

La protesta dei commercianti dalla piazza di Lipari: "Non sappiamo come ripartire"

Dai microfoni della D'Urso, la richiesta di aiuto allo Stato dopo la consegna simbolica delle chiavi degli imprenditori del settore turistico

“Vogliamo che le nostre isole vengano prese in considerazione, noi viviamo di turismo e da ottobre la maggior parte delle nostre attività non lavora. Questa sarà la stragione dell’incertezza. Noi cerchiamo di ripatire ma abbiamo bisogno dello Stato”.

E’ stato il grido d’allarme lanciato ieri sera dal commercianti delle isole Eolie, che dai microfoni del programma della D’Urso su Canale5, hanno raccontato le loro difficoltà. Attenzione puntata anche sulle carenze del trasporto marittimo.

Oltre 240 imprenditori facenti parte di Assoimprese delle isole Eolie, in segno di protesta, hanno nella prima settimana di maggio consegnato le chiavi delle proprie attività presso le sedi del Comune di Lipari e dell'Agenzia delle Entrate. Si tratta di oltre il 70 per cento delle aziende eoliane. Tutti lamentano un crollo del turismo alle isole Eolie in vista dell'estate 2020.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta dei commercianti dalla piazza di Lipari: "Non sappiamo come ripartire"

MessinaToday è in caricamento