Cronaca Centro / Piazza Cairoli

Anche a Messina rider in piazza a protestare: "Chiediamo diritti e dignità nel nostro lavoro"

A piazza Cairoli il sit-in organizzato durante la manifestazione nazionale #nodeliberyday. Blocco alle consegne a domicilio e appello alle istituzioni

Anche Messina ha aderito al movimento di protesta nazionale #nodeliberyday. Ieri sera in piazza Cairoli si sono radunati i rider della città per rivendicare maggiori diritti e tutele nella propria attività. L'invito, rivolto a tutti i consumatori, è stato quello di sospendere per un giorno le ordinazioni a domicilio, su cui si è basato quasi interamente il commercio di generi alimentari durante il lungo periodo di lockdown.

I lavoratori hanno chiesto trattamenti simili alle altre categorie, sottolineando di essere attualmente pagati a cottimo senza possibilità di congedo o Tfr. Insieme a loro anche i sindacati tra cui Cgil Sicilia. "E’ incredibile - ha detto il segretario generale della Sicilia Alfio Mannino -  che ci si stia accorgendo solo ora di questi lavoratori, che stanno svolgendo in questo periodo difficile una funzione sociale ed economica importante. Siamo in piazza con i rider per dire con forza che è il momento che vengano assicurati diritti e tutele. Così come che combatteremo con forza il caporalato digitale che si gioca sulla pelle dei rider, nuove vittime dello sfruttamento sul lavoro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Messina rider in piazza a protestare: "Chiediamo diritti e dignità nel nostro lavoro"

MessinaToday è in caricamento