Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca

Parco Magnolia a Giostra la grande incompiuta, sit in di protesta: in prima fila anche Arismè

L’Istituto Case Popolari ha trasferito la titolarità dell’area al nuovo soggetto che, per legge, ha la competenza sul risanamento (Arisme), ma non le somme residue, circa 700 mila euro, necessarie per avviare il completamento

Sit in di protesta domani alle 10 per salvare il Parco urbano Magnolia di viale Giostra.

Dopo circa 11 anni dalla consegna dei lavori (11 aprile 2012) per un importo di 1 milione e 800 mila euro tutto rimane come prima e l’opera inserita nel piano di risanamento urbano resta nel totale abbandono.

Le competenze prima dell’Iacp sono passate ad Arismè ma la situazione è rimasta tale. Per decenni l'area è stata occupata dalla Case volano, baracche e costruzioni in amianto smantellate dopo un provvedimento di sequestro da parte della Procura.

“Dopo lo smaltimento dell’amianto e l’abbandono dell’impresa – scrivono gli organizzatori - l’Istituto Case Popolari di Messina (Stazione appaltante) trasferisce la titolarità dell’area al nuovo soggetto che, per legge, ha la competenza sul risanamento (Arisme), ma non le somme residue, circa 700 mila euro, necessarie per avviare il completamento del Parco Magnolia. Si trasferiscano queste somme e si completi l’opera, emblema di un riscatto sociale ed urbanistico di un quartiere lasciato spesso ad un destino di emarginazione”.

“Non possiamo avviare i lavori perché Iacp non ha mai stornato i fondi nonostante le reiterate formali richieste”, spiegano a MessinaToday da Arismè che domani, con i suoi responsabili, a partire dal presidente Vincenzo La Cava, saranno davanti alla rotatoria “Martiri e vittime della mafia” a Ritiro a sostenere la protesta.

Il progetto “Parco Magnolia” dovrebbe rivalutare, insieme ai ruderi di Villa De Gregorio, anche lo splendido Ficus magnoloides che costituisce un autentico fiore all’occhiello dell’intero contesto circostante.

La magnolia dellʼex villa De Gregorio è la seconda per importanza in Sicilia dopo quella che si trova allʼinterno dellʼOrto Botanico di Palermo, “lʼesemplare di Ficus Magnoloides Borzì più grande che esista in Europa”.

All’iniziativa di domani aderiscono il Comitato Civico “Messina la città dimenticata”; Cisl Messina; V Circoscrizione; Cittadinanzattiva A.T. Giostra/An.Tu.Do, Legambiente dei Peloritani, Kiwanis Antonello da Messina; LAM (Lega Antidroga e Disagi Messinese), Associazionene Culturale Messenion d’Oro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco Magnolia a Giostra la grande incompiuta, sit in di protesta: in prima fila anche Arismè
MessinaToday è in caricamento