Cronaca Tremestieri

Dopo la protesta di Tremestieri arriva una nave in più per il traffico merci

L'iniziativa degli armatori privati dopo il blocco del porto da parte dei camionisti. il 30 maggio nuovo vertice in prefettura con l'assessore Falcone. Mondello: "Capisco le esigenze dei lavoratori, ma non si può bloccare una città"

Dopo l'eclatante protesta di ieri sera da parte di decine di camionisti, arriva una nuova in servizio tra il porto di Tremestieri e Villa San Giovanni. Dalle 16 del 27 maggio gli armatori privati assicureranno un nuovo traghetto per il trasporto delle merci, finito al centro delle polemiche per le lunghe attese registrate allo scalo a sud della città che ieri hanno portato al blocco totale per più di tre ore.

Ieri, a discutere con gli autotrasportatori c'era anche il vicesindaco Salvatore Mondello. "Il problema nasce dall'ordinanza regionale adottata durante l'emergenza coronavirus e ancora in vigore. Tutta la logistica deve passare da Tremestieri così come previsto, ma nelle ultime settimane i collegamenti sono avvenuti a scartamento ridotto con i relativi disagi. Capisco perfettamente le esigenze dei camionisti, ma non posso permettere a nessuno di bloccare una città intera. Ringrazio le forze dell'ordine ed in particolare gli uomini di Digos e Questura per aver svolto il lavoro di ieri con professionalità e lucidità".

Quanto avvenuto ieri sera è frutto di una manifestazione improvvisa partita da un singolo camionista che ha dato inizio al blocco parcheggiando il suo tir davanti ai tunnel che conducono agli approdi. L'uomo è stato successivamente identificato.  "Nessuno si aspettava una cosa del genere - spiega Mondello - anche perché ieri mattina il problema trasporti era stato già afffrontato durante un vertice a Palazzo del Governo alla presenza di tutte le parti chiamate in causa. Il prefetto Librizzi ha chiesto espressamente se ci fossero problemi nel settore logistica e nessuno ha manifestato alcuna perplessità. Poi a distanza di poche ore si è assistiti alla protesta".

Intanto, in Prefettura il prossimo 30 maggio si terrà un nuovo vertice per risolvere la questione ed evitare pesanti ricadute sulla città in termini di viabilità e ordine pubblico. Al tavolo siederà anche l'assessore regionale ai Trasporti Marco Falcone. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo la protesta di Tremestieri arriva una nave in più per il traffico merci

MessinaToday è in caricamento