rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Cronaca

Punti unici di accesso all'Asp, lavoratori pronti ad autotassarsi per mantenere il servizio

Inviata una nota ai vertici dell’Azienda Sanitaria dove si dichiarano disponibili ad assicurare la continuità del progetto, impegnandosi anche a stipulare in proprio le previste polizze assicurative, nelle more della ratifica in bilancio di un recente emendamento

Pronti ad autotassarsi per continuare a lavorare e mantenere un servizio importante per l’Asp.

Sono i lavoratori dei Pua, punti unici di accesso, in attesa che la Regione approvi lo stanziamento in bilancio della somma necessaria per assicurare il mantenimento del servizio per tutto il 2023.

I punti unici di accesso, otto in tutta la provincia, si occupano di convogliare in unico front office tutte le richieste di prestazione sanitaria che pervengono alle Asp.

In vista della scadenza, fissata al 31 gennaio 2023, i lavoratori impegnati nel Progetto che va avanti a colpi di proroghe, hanno inviato una nota ai vertici dell’Azienda Sanitaria, al Comitato Consultivo Aziendale e alle Organizzazioni Sindacali (Cisl-Uil-Cgil), dove si dichiarano disponibili ad assicurare la continuità del servizio, impegnandosi anche a stipulare in proprio le previste polizze assicurative, nelle more della ratifica in bilancio di un recente emendamento normativo già approvato in Commissione Salute.

Secondo tale emendamento, proposto e sottoscritto dal vicepresidente Commissione Salute dell’Ars Calogero Leanza, “l’assessorato per la salute è autorizzato a concedere un contributo di 800 mila euro in favore dell’Asp di Messina per l’esercizio finanziario 2023 al fine di garantire la piena funzionalità dei Sua e la regolarità nell’espletamento del servizio”.

La somma, pertanto, non graverebbe sull’Azienda Sanitaria messinese e sarebbe peraltro relativa al solo 2023, in quanto dall’anno successivo la programmazione economica viene agganciata al Pnrr (v. Missione 5: Coesione e Inclusione).

Si ricorda che l’atto aziendale dell’Asp di Messina, nella parte riguardante l’organizzazione strategica dei Presidi Territoriali di Assistenza (P.T.A.) prevede 8 punti unici di accesso per il consolidamento strutturale della rete dei servizi territoriali e l’accesso integrato e facilitato alle cure.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punti unici di accesso all'Asp, lavoratori pronti ad autotassarsi per mantenere il servizio

MessinaToday è in caricamento