Cronaca

Torrenti, dopo la messa in sicurezza parte la pulizia straordinaria: chi sporca rischia una multa fino a 10mila euro

Operai e ruspe al lavoro a partire dai corsi d'acqua della zona sud. In arrivo nuove telecamere contro gli incivili

Torrenti più puliti e telecamere pronte a stanare chi continua ad utilizzarli come discarica. Sono iniziate le attività di rimozione e bonifica dei rifiuti rinvenuti in tutti i torrenti cittadini a seguito dei lavori di messa in sicurezza e ripristino della sezione idraulica. Le operazioni sono eseguite da imprese specializzate nell'ambito dell'ecologia e della gestione dei rifiuti a seguito di caratterizzazione.

"Si tratta di interventi fondamentali - fa sapere l'assessore Francesco Caminiti - per preservare l'ecosistema torrente e proteggere l'ambiente. Ora dipende da tutti noi mantenere pulito e la nuova legge ci darà una mano, infatti dal 10 Ottobre 2023 chiunque compia abbandono di rifiuti è punito con sanzioni penali e ammenda da mille a diecimila euro". In alcuni villaggi come Galati e Larderia gli scarti lasciati dopo gli interventi di manutenzione dell'alveo avevano spinto i soliti incivili a gettare anche sacchi di immondizia creando mini discariche.  Il Comune installerà inoltre delle telecamere per monitorare i torrenti e contrastare il deposito selvaggio di rifiuti all'interno degli stessi corsi d'acqua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torrenti, dopo la messa in sicurezza parte la pulizia straordinaria: chi sporca rischia una multa fino a 10mila euro
MessinaToday è in caricamento