rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Cronaca

La nuova Viabilità del Pums passa alla Regione, ultimo confronto al Comune

A Palazzo Zanca l'amministrazione Basile ha incontrato le parti interessate, il Piano di mobilità sostenibile che punta alla centralità del pedone va al vaglio degli uffici regionali

Il piano urbano di Mobilità Sostenibile arriva alle battute finali, almeno per quanto riguarda le competenze del Comune prima dell'ultima votazione in Consiglio comunale. 

Oggi nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, alla presenza del sindaco Federico Basile e del vicesindaco e Assessore alla Mobilità Urbana Salvatore Mondello, l'incontro aperto alla cittadinanza e alla stampa per l'ultima condivisione dei progetti che saranno sottoposti all'attenzione della Regione per la valutazione d'impatto ambientale e le osservazioni da rispondere all'amministrazione comunale.  Quattro le direttrici su cui si delinea il Pums con al centro il pedone:

Piano della mobilità pedonale (Pediplan), orientato al raggiungimento del massimo sviluppo possibile della mobilità pedonale attraverso il ricorso a diversi strumenti quali aree pedonali e percorsi pedonali in ambito urbano ed extraurbano; sviluppo della rete sentieristica nelle aree collinari e rurali; percorsi a valenza turistica; iniziative pedibus; spazi per l’infanzia; zone a traffico limitato, zone 30 e strade residenziali;

Piano della mobilità ciclistica (Biciplan), finalizzato allo sviluppo coerente, integrato e sicuro della mobilità ciclistica attraverso un percorso partecipativo di individuazione dei principali percorsi ciclabili al fine di rendere accessibili tutti i luoghi della città nel modo più diretto possibile;

Piano di sviluppo del trasporto pubblico collettivo, mirato al razionale coordinamento tra domanda e offerta di trasporto per favorire il trasferimento modale dal mezzo di trasporto privato a quello pubblico;

Piano della Sicurezza Stradale Urbana (Pssu), finalizzato alla riduzione dell’incidentalità agendo su tutte le componenti che concorrono a determinare la sicurezza stradale: l’infrastruttura, il veicolo, l’uomo e la gestione del traffico.

Il vicesindaco Mondello: "La strategia è iniziata nel 2018 con l'aggiornamento del Piano parcheggi e con la redazione del Piano generale del Traffico a ottobre 2022, oggi portiamo a conoscenza di tutti gli attori principali la stesura definitiva del Pums; la centralità del pedone è fondamentale e dunque grande spazio alle Isole pedonali che hanno già riscosso successo come in viale San Martino, punteremo alle piste ciclabili. Il Piano intende migliorare la sicurezza stradale e potenziare il trasporto pubblico locale". Rispetto a quanto già illustrato in passato non ci sono modifiche particolari. 

Per Mondello i primi frutti si vedranno in un arco temporale decennale. Annunciato che a breve sarà consegnato l'appalto da 6,5 milioni per l'abbattimento delle barriere architettoniche. 

Nel corso dell'incontro presentato il nuovo dirigente alla Viabilità Certo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nuova Viabilità del Pums passa alla Regione, ultimo confronto al Comune

MessinaToday è in caricamento