La donazione record per salvare Angelica: raccolti oltre 100mila euro in tre giorni

La straordinaria risposta all'appello lanciato dai familiari della 18enne di Roccalumera affetta da una grave patologia. Il 20 maggio il delicato intervento in un centro d'eccellenza tedesco. Aiuti anche da tutta Italia e dalla Grecia

La 18enne Angelica

Nonostante l'emergenza coronavirus la solidarietà verso il prossimo, anche se è un perfetto sconosciuto, resta sempre in primo piano nei gesti di migliaia di persone. Lo testimonia lo straordinario risultato della raccolta fondi per Angelica, la 18enne di Roccalumera che sta combattendo contro una grave patologia. In appena tre giorni sono stati raccolti oltre 100mila euro, cifra necessaria a coprire le spese per il ricovero e l'intervento in un centro specializzato della città tedesca di Hannover, unica speranza di salvezza.

All'appello lanciato online dai familiari della ragazza, tramite la piattaforma gofundme, hanno risposto in tantissimi. Le donazioni sono partite dalla piccola Roccalumera per poi allargarsi all'Italia intera e arrivando perfino in Grecia. Tutti insieme ad Angelica, 18 anni da poco compiuti e apprezzata giocatrice di pallavolo, chiamata adesso a giocare e vincere la sfida più importante.

E proprio dal mondo del volley è arrivato il primo appello, raccolto poi da singoli cittadini e istituzioni. Da qui la scelta della famiglia di affidarsi al mondo del web per promuovere la raccolta fondi che in tempi record ha raggiunto l'importante traguardo.

"Sono davvero commosso - racconta il fratello Carmelo a MessinaToday - non mi aspettavo una risposta così importante dalle persone. In tanti hanno deciso di gettare il cuore oltre l'ostacolo nonostante stiamo vivendo tutti un momento difficile a causa del coronavirus. Dopo l'iniziativa della Federazione Italiana Pallavolo di Messina, abbiamo tentato il tutto per tutto rivolgendo il nostro appello all'Italia intera. Dopo poche ore la raccolta è arrivata a 70mila euro e non credevo ai miei occhi. Sono arrivate tante donazioni dal Nord e in particolare da Bergamo, città tra le più colpite dalla pandemia. Ma c'è chi ha contribuito dalla Grecia e da tante altre zone, ringrazierò tutti uno per uno".

Anche Giovanni Bonarrigo, zio di Angelica ci tiene a ringraziare per il grande gesto di solidarietà ricevuto. "Abbiamo avuto l'esempio di un grande momento di comunità e vicinanza nonostante le preoccupazioni per il coronavirus. Ognuno ha contribuito come poteva e voglio sottolineare l'importante gesto che c'è alle spalle".

Oggi Angelica ha raggiunto la Germania accompagnata dalla madre. Il prossimo 20 maggio verrà sottoposta ad un intervento chirurgico, il secondo dopo aver scoperto la malattia nei primi giorni di febbraio. La prima operazione è avvenuta a Messina, poi i ricoveri nei centri specializzati di Firenze e Milano fino ad arrivare all'International Neuroscience Institute di Hannover, all'avanguardia per la sua patologia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale per addetto alla sicurezza della Caronte-Tourist, storico Volontario della Misericordia

  • Sarà seppellito a Cinquefrondi Alessandro Aimola, il Volontariato messinese in Cattedrale

  • Festa della Repubblica e Madonna della Lettera, nuove disposizioni per negozi: aperti anche i mercati

  • Infermiere morto nell’incidente stradale, Nursind: “Intitoliamogli la postazione Gazzi del 118”

  • “Lavoratori regolari pagati con Solimare”, l’Orsa chiede spiegazioni a Caronte&Tourist

  • Acque reflue nel lago grande di Ganzirri, sequestrata la condotta e denunciati i responsabili

Torna su
MessinaToday è in caricamento