Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca

Raddoppio Messina-Catania, riunione in prefettura sui disagi: al vaglio alternative

Il prefetto Di Stani ha convocato tutti gli enti interessati a Palazzo del Governo sui problemi di viabilità e protezione civile dei comuni ionici

Si è tenuta questa mattina, presso il Palazzo del Governo, la riunione convocata dal Prefetto di Messina Cosima Di Stani, d’intesa con il Commissario Straordinario del Governo nominato ai sensi del DPCM 16 aprile 2021,  Filippo Palazzo, per condividere ed esaminare gli aspetti legati alla viabilità di alcuni Comuni della riviera jonica, i cui territori saranno interessati dai lavori per la realizzazione del raddoppio della linea ferroviaria Messina Catania.   

All’incontro erano presenti i sindaci di Alì, Alì Terme, Fiumedinisi, Furci Siculo, Itala, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Scaletta Zanclea, Santa Teresa Di Riva, Sant’Alessio Siculo, il Direttore Generale del Comune di Messina e rappresentanti della Città Metropolitana, il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco e il Comandante della Direzione della Polstrada di Messina, il responsabile del progetto di RFI S.p.A, il responsabile dell’esecuzione di ITALFERR S.p.A., il direttore tecnico di Webuild S.p.A, Capofila dell’ATI esecutrice, nonché rappresentanti del Consorzio Autostrade Siciliane e di ANAS S.p.A.. 

Il Prefetto, in apertura, ha sottolineato l’esigenza del confronto fra le parti al fine di condividere i percorsi che possano armonizzare la necessaria realizzazione di un’opera strategica con la vivibilità delle aree coinvolte.  Il Commissario Straordinario del Governo ha dato atto che gli interventi della nuova linea sono già partiti e che a breve si entrerà nella fase più impegnativa, con l’avvio del cantiere per la realizzazione della galleria Sciglio, rappresentando che il progetto approvato prevede che i mezzi si muovano lungo la strada litoranea, attraversando i diversi Comuni costieri interessati.  Il Responsabile della Committente RFI, consapevole dell’impatto che di fatto le attività di cantiere avranno sui territori, ha dato atto dei contatti già avviati con i Sindaci per intercettare soluzioni compensative legate alle differenti esigenze e opportunità di ciascun territorio comunale. I sindaci intervenuti, nel ringraziare il Prefetto per aver organizzato l’incontro, hanno ribadito il valore strategico dell’infrastruttura, ma hanno contestualmente esposto le specifiche criticità dei loro territori, che verrebbero appesantiti dal previsto passaggio di mezzi pesanti lungo le vie principali per un lasso di tempo protratto negli anni. Nondimeno, gli stessi si sono impegnati ad attivare idonee iniziative di viabilità sui rispettivi Comuni di competenza.

Il Commissario Straordinario del Governo, preso atto anche delle osservazioni degli intervenuti, ha rappresentato di aver avviato interlocuzioni con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, all’attenzione del quale ha già sottoposto una proposta migliorativa avanzata dalla ditta esecutrice, proposta che, alla luce dell’incontro odierno, è stata condivisa e auspicata dalle Amministrazioni coinvolte e che provvederà tempestivamente a caldeggiare ulteriormente. Nel vagliare le possibili azioni di mitigazione del disagio, il Prefetto ha invitato  a tener conto anche delle esigenze legate agli interventi di protezione civile, cui deve essere assicurato un pronto accesso a territori che spesso subiscono eventi derivanti dal precario contesto idrogeologico.
La consapevolezza di lavorare tutti per uno stesso obiettivo, quale è la realizzazione dell’opera in argomento, necessaria per lo sviluppo del territorio, e l’attenzione alla qualità di vita di ciascun singolo cittadino – ha concluso il prefetto - deve spingere tutti gli attori coinvolti a condividere soluzioni e compromessi.  
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raddoppio Messina-Catania, riunione in prefettura sui disagi: al vaglio alternative
MessinaToday è in caricamento