menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa dello specchietto, fermato un 22enne che ammette tutto e riconsegna 150 euro

La denuncia della vittima a Graniti. I carabinieri hanno fermato a Letojanni il ragazzo originario di Ragusa

La chiamano la truffa dello specchietto. Ormai una delle più diffuse in Italia.

Consiste nel fingere che il proprio specchietto sia stato rotto dalla nostra auto in marcia, per poi farsi dare dei soldi contanti per riparare il danno.

E' accaduto a Graniti ieri mattina ma la vittima ha deciso di denunciar tutto ai carabinieri che hanno deferito, in stato di libertà, un 22enne originario di Ragusa.

Ieri mattina, una persona ha segnalato infatti ai carabinieri della Stazione di Graniti che, poco prima, era stata vittima della cosiddetta truffa dello specchietto per l’importo di 150,00 euro. La vittima indicava nella denuncia una sommaria descrizione del truffatore e del veicolo sul quale viaggiava. La Centrale operativa della compagnia Carabinieri di Taormina, ha diramato le ricerche segnalando, nel contempo, a tutte le pattuglie sul territorio, il veicolo da ricercare.

A distanza di qualche ora, i carabinieri hanno individuato e bloccato a Letojanni un giovane con le caratteristiche fisiche rispondenti a quelle riferite dalla vittima. Sul posto anche i militari di Graniti, Quando il ragazzo si è reso conto di essere stato scoperto, ha ammesso tutto e ha consegnato 150,00 euro sottratti.

Il denaro è stato restituito alla vittima della truffa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento