Cronaca Brolo

Brolo, ragazzino rischia di annegare: salvato da un trentenne

Una giornata al mare con la famiglia che poteva finire in tragedia per un tredicenne. Il salvataggio in condizioni complicate di un residente della zona ha evitato il peggio

Ha rischiato di annegare quando si trovava ormai a pochi metri dalla riva. Un'onda più grande delle altre lo ha risucchiato e per un tredicenne di Floresta, una giornata di mare con la famiglia, ha rischiato di trasformarsi in una tragedia.

Il ragazzo, sul litorale di Ponte Naso, nelle vicinanze di Brolo, stato salvato da un trentenne, Vincenzo Franchina. Il piccolo Michael ha tentato in tutti modi di uscire con le sue forze dall’acqua, ma la corrente era troppo forte e lo trasportava sempre più a largo.

Sono state le urla dei familiari e dei bagnanti che assistevano alla scena, ad allertare un uomo che si è gettato prontamente in mare ma il mare era troppo forte e nonostante la forza di volontà non è riuscito a mettere in salvo il ragazzo, venendo fuori dall’acqua malconcio e con una ferita al ginocchio.

Nel frattempo, la situazione stava precipitando perché Michael, ormai allo stremo delle forze, si allontanava pericolosamente verso il mare aperto. Le urla disperate hanno attirato l’attenzione di un residente di Ponte Naso, Vincenzo Franchina, che ha messo a repentaglio la propria vita, tuffandosi tra le onde senza esitazione, salvandolo da annegamento sicuro.

Una volta sulla spiaggia lo stesso Franchina è stato colto da malore, stremato dalla fatica. Un salvataggio in condizioni complicatissime che gli ha fatto meritate gli appalusi e ringraziamenti dai familiari e dai bagnanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brolo, ragazzino rischia di annegare: salvato da un trentenne

MessinaToday è in caricamento