rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Sta male e dà in escandescenze ma non lo possono ricoverare, giovane bloccato a casa con i vigili perché nessuno può firmare il Tso

Il Papardo ha dato disponibilità al ricovero ma la polizia municipale non trova nessuno che autorizzi il trattamento sanitario obbligatorio dopo le dimissioni del sindaco. Il caso all'attenzione della magistratura e del prefetto

Sta male, dà in escandescenze e si teme anche per la sua sicurezza ma al Comune non c'è nessuno che può firmare per il Trattamento sanitario obbligatorio e il giovene resta bloccato a casa. E' scattata la segnalazione alla magistratura e in prefettura per il caso che da ieri tiene col fiato sospeso una famiglia.

E' questo uno degli effetti delle dimissioni di sindaco e giunta. Solo il primo cittadino o un suo delegato può infatti firmare il Tso. Il caso si è presentato ieri all'ora di pranzo. Il ragazzo aspetta di essere trasferito all'ospedale Papardo, che ha dato disponibilità del posto letto, dai vigili urbani che si stanno occupando di lui tra grosse difficoltà.

Il ragazzo è così costretto ad attendere nell'abitazione con la polizia municipale che non sa ancora che pesci prendere dopo che anche la segreteria generale del Comune ha allargato le braccia. Oltre la questione delle dimissioni del sindaco De Luca e dell'intera giunta municipale, manca anche un delegato tra i Quartieri in grado di poter apporre la firma perchè quest'ultimo avrebbe dovuto essere indicato prima delle dimissioni dal sindaco. Il caso è già stato posto all'esame della magistratura e della prefettura ed è in attesa di una risposta dalla Regione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sta male e dà in escandescenze ma non lo possono ricoverare, giovane bloccato a casa con i vigili perché nessuno può firmare il Tso

MessinaToday è in caricamento