rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca Nizza di Sicilia

Raddoppio ferroviario, firmata la convenzione per lo svincolo di Nizza di Sicilia

L'accordo tra Cas, Ferrovie dello Stato e imprese per realizzare la bretella autostradale. Sarà utilizzata provvisoriamente dai mezzi diretti ai cantieri della nuova linea Messina-Catania

C'è l'accordo per la realizzazione del mini svincolo di Nizza di Sicilia, opera fondamentale per la viabilità durante i lavori per il raddoppio della Messina-Catania.  Consorzio Autostrade Siciliane, Ferrovie dello Stato e il Consorzio d'Imprese che realizzerà la nuova ferrovia, hanno firmato una convenzione per la realizzazione della bretella autostradale che, una volta realizzata, sarà utilizzata dai mezzi diretti ai tanti cantieri previsti lungo la fascia jonica. Sono previste altre tre rampe a Scaletta Zanclea-Itala, Sant'Alessio e Calatabiano.

Per Nizza è già stato elaborato il progetto esecutivo con tutte le analisi e i rilievi necessari. Adesso serve l'ok dal ministero dell'Ambiente e poi si potranno iniziare i lavori. L'infrastruttura eviterà il transito dei mezzi pesanti lungo la Statale 114 e l'inevitabile intasamento della viabilità locale. Le amministrazioni dei paesi jonici coinvolti nei lavori avevano più volte sollevato dubbi sull'impatto che il passaggio dei mezzi avrebbe avuto. Da qui lo scorso 8 marzo l'ordinanza del sindaco Giuseppe Lombardo di Roccalumera che impone il transito dei mezzi nelle ore notturne dal 15 maggio al 15 settembre e nella fascia oraria 21-7 durante i mesi invernali.

Lo stesso Lombardo si è detto soddisfatto dell'accordo messo nero su bianco tra gli attori interessati. 

Non e’ l’inizio dei lavori delle rampe di accesso diretto sull’A18, per i cantieri del raddoppio ferroviario, Giampilieri-Fiumefreddo, che come da cronoprogramma del 18 settembre 2023, doveva essere avviato fra marzo/aprile 2024, ma sicuramente la firma della convenzione fra CAS, RFI e Consorzio Raddoppio, con tutti gli allegati del progetto esecutivo, e’ sicuramene un importante passo in avanti. Il cantiere di Nizza di Sicilia, con l’avvio della messa in funzione della TBM, sicuramente è quello che necessita al momento la priorità e sicuramente per questo RFI ha iniziato con la firma della prima convezione per Nizza di Sicilia. Senza le rampe, detto dallo stesso Consorzio per il raddoppio, e con le limitazioni al transito, al momento disposte solo da Comune di Roccalumera, sicuramente non si riuscirebbe a rispettare i tempi di realizzazione del contratto stesso. Rilascerò il 'Nulla Osta', per il trasporto eccezionale, per quanto di competenza del comune, per il resto che provvedano chi di competenza, cioè Regione e trasportatore. Grazie ancora a tutti i 'colleghi' sindaci, senza ai quali con la posizione tenuta fino adesso, in nove mesi non saremmo a questo punto. Naturalmente siamo solo all’inizio di un cantiere di 10 anni che necessita della quattro rampe di cantiere come sempre richiesto, Calatabiano, Sant’Alessio, Nizza di Sicilia e Itala-Scaletta Z.. Gli interessi generali sempre al di sopra degli interessi dei singoli".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raddoppio ferroviario, firmata la convenzione per lo svincolo di Nizza di Sicilia

MessinaToday è in caricamento