rotate-mobile
Cronaca Zona Falcata / Piazza Stazione

Rapina un negozio, picchia la dipendente e dopo l'arresto danneggia la caserma: arrestato

L'uomo di nazionalità marocchina con regolare permesso di soggiorno è indiziato del reato di rapina impropria e danneggiamento dei beni dello Stato

Rapina un negozio, picchia la dipendente e dopo l'arresto danneggia la caserma. Le volanti della Questura di Messina, durante la consueta attività di controllo del territorio, hanno arrestato un cinquantenne di nazionalità marocchina, con regolare permesso di soggiorno, indiziato del reato di rapina impropria.

L’uomo avrebbe sottratto della merce in un esercizio commerciale sito nei pressi di Piazza della Repubblica, per poi allontanarsi. Subito dopo, non avrebbe esitato a colpire la dipendente che aveva provato a raggiungerlo e a recuperare la refurtiva. Individuato e bloccato prontamente, il cinquantenne è stato infine condotto dai poliziotti delle Volanti in caserma mentre aveva ancora con sé la merce sottratta, che è stata subito restituita al proprietario del negozio. Tratto in arresto, durante la redazione degli atti il cittadino marocchino danneggiava il letto ed il materasso all’interno delle camere di sicurezza, e pertanto veniva altresì denunciato dai poliziotti per il reato di danneggiamento dei beni dello Stato. 

Si precisa che i procedimenti sono ancora in fase di indagini preliminari e che, in ossequio al principio di non colpevolezza e fino a sentenza di condanna passata in giudicato, sarà svolto ogni ulteriore accertamento che dovesse rendersi necessario, anche nell’interesse degli indagati.

A margine dell’attività svolta, negli ultimi 10 giorni i poliziotti delle Volanti hanno sottoposto a controllo 1.314 persone e 454 autovetture, nonché elevato 25 sanzioni ai sensi del Codice della Strada. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina un negozio, picchia la dipendente e dopo l'arresto danneggia la caserma: arrestato

MessinaToday è in caricamento