Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Razzo cinese, gli ultimi aggiornamenti sul rientro e cosa vuol dire remota possibilità di impatto

Attualmente il rendez-vous tra il razzo CZ-5B e la Terra è previsto alle 03:43 del 9 maggio con un intervallo di confidenza di circa 3 ore. Ovvero tra la mezzanotte e mezza e le 6:43 del mattino. Anche il comune di Messina invita la cittadinanza a non sostare vicino finestre o sui balconi nel perodo di tempo indicato dalla Protezione civile 

Dove cadrà il razzo cinese? Le previsioni diventano più accurate con l'avvicinarsi del momento del rientro in bassa atmosfera del primo stadio del razzo Lunga Marcia 5B che il 28 aprile ha lanciato il primo modulo della stazione spaziale cinese Tianhe. Attualmente il rendez-vous tra il razzo CZ-5B e la Terra è previsto alle 03:43 del 9 maggio con un intervallo di confidenza di circa 3 ore. Ovvero tra la mezzanotte e mezza e le 6:43 del mattino. 

  • ?È impossibile al momento stabilire con una precisione maggiore ora e luogo nei quali potrà avvenire il rientro. Una stima migliore sarà possibile solo poche ore prima dell'effettivo rientro
  • È tuttavia giudicato "improbabile" il rientro del secondo stadio del razzo cinese Lunga Marcia 5B su un'area abitata: come spiega l'organizzazione europea per la sorveglianza spaziale Eusst (EU Space Surveillance and Tracking), la maggior parte della superficie terrestre è coperta dall'oceano o da aree disabitate, quindi la probabilità statistica di un impatto sul suolo nelle aree popolate è bassa.

La Protezione civile sarà attivata da mezzanotte e per le successive 6 ore, il lasso di tempo individuato dall'Agenzia spaziale italiana per il rientro in atmosfera del razzo cinese nella fascia di dispersione che comprende le regioni italiane Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Anche il Comando di Difesa Aerospaziale del Nord-America (Norad) hanno aggiornato la stima indicanto che l'impatto nell'atmosfera potrebbe avvenire nelle prime ore del mattino di domenica 9 maggio nella fascia oraria compresa fra le 1,00 circa e le 7,30 circa del mattino del 9 maggio.

Il comunicato della Protezione civile (aggiornamento delle ore 19) 

Ecco l'ultimo aggiornamento della Protezione civile in merito alle previsione di caduta del razzo. 

Sulla base degli ultimi dati forniti dalla Agenzia Spaziale Italiana (ASI) durante il nuovo incontro del tavolo tecnico che si è aggiornato nel pomeriggio di oggi presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile, si è ridotta la finestra di incertezza relativa al rientro incontrollato in atmosfera del lanciatore spaziale cinese “Lunga marcia 5B” previsto per questa notte.

Al momento, le tre traiettorie che potrebbero interessare alcuni settori di nove regioni centro-meridionali italiane si collocano tra l’01:00 di notte e le 07:30 del mattino ora italiana. Al tavolo tecnico hanno partecipato anche rappresentanti delle Regioni potenzialmente interessate, per la condivisione di analisi e aggiornamenti sull’evoluzione delle operazioni con i territori e con le strutture operative del Servizio nazionale della protezione civile.

È utile ricordare che resta remota la probabilità che uno o più frammenti possano cadere sul nostro territorio. Tuttavia il tavolo tecnico continuerà a seguire l’evolversi della situazione attraverso i dati disponibili fino all’avvenuto impatto al suolo.

Dove si trova il razzo cinese Cz-5b

Il comune di Messina: "Si raccomanda comunque di stare lontani da finestre e balconi" 

Anche l'amministrazione comunale di Messina ha percepito le direttive di allerta del Dipartimento della Protezione civile e invita la popolazione ad avvisare le autorità competenti in caso di avvistamento di frammenti sospetti. Di seguito l'avviso, 

Il Dipartimento Regionale della Protezione Civile ha reso noto i dati pervenuti dall’Azienda Spaziale Italiana in merito alla remota possibilità che frammenti satellitari potrebbero impattare su parte del meridione d’Italia nelle prime ore di domani, domenica 9 (presumibilmente tra le ore 02,24 e comunque entro un margine di 6 ore), a causa del rientro incontrollato in atmosfera del secondo stadio del vettore denominato CZ 5B R/B, lanciato il 29 aprile scorso dal Centro spaziale di Wenchang nell’isola cinese di Hainin. In attesa di ulteriori approfondimenti e aggiornamenti da parte del Comitato Operativo Nazionale, occorre richiamare l’attenzione della cittadinanza circa alcune norme comportamentali alle quali attenersi in caso di avvistamento di frammenti provenienti dallo spazio.

Per tale ragione, chiunque dovesse avvistare qualche frammento sospetto, dovrà tenersi almeno a 20 metri di distanza e avvisare immediatamente le autorità competenti ed i Vigili del Fuoco già allertati per affrontare eventuali situazioni critiche. 

E’ improbabile che i frammenti possano danneggiare gli edifici in maniera incisiva, pertanto sono da considerarsi più sicuri rispetto ai luoghi aperti, ma si raccomanda comunque di stare lontani da finestre e balconi nell’arco temporale segnalato, in quanto i componenti satellitari che potrebbero impattare sul suolo locale contengono idrazina, una sostanza pericolosa. In particolare si allertano a prestare massima attenzione i gestori di attività a rischio quali quelli di depositi di materiale pirotecnico e infiammabile, invasi di acqua, serbatoi di liquidi, gas e combustibili. 

L’Assessore alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli, ha già preallertato la struttura comunale di Protezione Civile, raccomandando di non creare allarmismi e di attenersi alle comunicazioni ufficiali provenienti dal Ministero dell’Interno C.O.N. e dalla Protezione Civile Nazionale e Regionale. In funzione dell’evoluzione della situazione il Sindaco sarà costantemente aggiornato dal Dipartimento Regionale di Protezione Civile al fine di diffondere i corretti modelli comportamentali alla cittadinanza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Razzo cinese, gli ultimi aggiornamenti sul rientro e cosa vuol dire remota possibilità di impatto

MessinaToday è in caricamento