Referendum costituzionale, così le modalità per il rilascio delle tessere elettorali

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

In occasione del Referendum costituzionale di domenica 20 e lunedì 2, in aggiunta alle postazioni di lavoro dell’Ufficio Elettorale di Palazzo Zanca, é possibile ottenere il rilascio delle tessere elettorali, oltre che nei consueti orari di apertura al pubblico, anche nelle giornate di venerdì 18 e sabato 19, dalle ore 9 alle 18, e nelle giornate di voto, domenica 20, dalle ore 7 alle 23, e lunedì 21, dalle 7 alle 15, nelle seguenti sedi circoscrizionali:

I Circoscrizione — vico Petraro n. 6, Tremestieri

II Circoscrizione – Palazzo Servizi – Stadio San Filippo

III Circoscrizione — plesso scolastico “La Pira” Camaro S. Paolo

IV Circoscrizione – via dei Mille is. 88 n. 257

V Circoscrizione – via Nicola Petrina n. 2 – Villa Lina

VI Circoscrizione Ufficio staccato – via Lago grande Ganzirri

Per evitare di concentrare le richieste nei giorni della votazione, si invitano gli elettori a verificare per tempo se siano in possesso della tessera elettorale e se sia utilizzabile per la presenza di spazi ove attestare l’avvenuto esercizio del diritto di voto. Si ricorda che la tessera elettorale si consegna al titolare o ad un suo familiare convivente. Per la consegna della tessera ad altri soggetti è necessario che questi ultimi siano muniti di delega sottoscritta dal titolare, corredata da fotocopia del documento di identità del delegante. Inoltre nei giorni e orari sopra indicati è possibile ottenere anche il rilascio delle carte d’identità, oltre che alI’Ufficio Carte d’identità di Palazzo Zanca, anche nelle sedi circoscrizionali della I, V e VI Circoscrizione.

Si ricorda che, ai sensi dell’art. 57 del D.P.R. n. 361/1957, gli elettori per essere ammessi a votare devono esibire la carta d’identità o altro documento d’identificazione rilasciato dalla pubblica amministrazione, purché munito di fotografia e che, ai fini della loro identificazione, sono validi anche le carte d’identità e gli altri documenti di identificazione scaduti, purché risultino sotto ogni altro aspetto regolari e possano assicurare la precisa identificazione del votante. Il Ministero dell’Interno, con circolare n. 2 del 14/02/2018, ha stabilito che gli elettori possono essere identificati anche mediante la ricevuta della carta d’identità elettronica, poiché essendo munita della fotografia del titolare, dei relativi dati anagrafici e del numero della CIE cui si riferisce, risponde ai requisiti di documento di riconoscimento di cui all’art. 1, comma 1, lett. c) D.P.R. n. 445/2000.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento