rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca

Sicurezza dei cittadini, un mese di inerventi dei carabinieri: centinaia di persone controllate

Le operazioni più rilevanti del mese di gennaio eseguite dal nucleo radiomobile

Nel mese di gennaio, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina, il Reparto dell’Arma che, nell’ambito del piano di controllo coordinato del territorio cittadino, insieme alle altre Forze dell’Ordine, assicura il servizio di prevenzione e di pronto intervento nelle 24 ore, nel corso delle attività di pattugliamento, hanno controllato 1.422 persone e 1.186 veicoli.

Le pattuglie del Nucleo Radiomobile hanno arrestato in flagranza di reato 2 persone, ritenute responsabili di “evasione” dalla detenzione domiciliare a cui erano sottoposte, deferendone altre 6 in stato di libertà, a vario titolo, per “porto e detenzione abusiva di arma bianca” e “rifiuto di sottoporsi ad accertamenti sullo stato psicofisico per uso di sostanze stupefacenti alla guida”. Sono state segnalate alla Prefettura 19 persone quali assuntori di sostanza stupefacente, e sequestrate diverse dosi di droga tra marijuana, hashish, cocaina e crack.

In merito alla circolazione stradale, grande attenzione è stata posta dai militari agli illeciti che più mettono in pericolo i pedoni e gli automobilisti, elevando, sempre a gennaio, 87 contravvenzioni, di cui 10 a carico di conducenti che avevano attraversato incroci con semaforo rosso, 6 per mancato uso del casco o delle cinture di sicurezza e 3 per uso del telefono cellulare alla guida; ben 8 persone sono state invece multate per guida senza patente.

Questi dati sono solo parte del frutto del servizio delle pattuglie Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina, che, con la vigilanza ininterrotta e la prontezza operativa, su autovetture veloci o motociclette coordinate sul territorio dalla Centrale Operativa, svolgono l’attività di controllo del territorio, principalmente con compiti di prevenzione di reati, nelle vie del centro come nelle zone periferiche, e forniscono risposta alle richieste di soccorso attraverso il “112”, numero unico di emergenza europeo, per la tutela della sicurezza dei cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza dei cittadini, un mese di inerventi dei carabinieri: centinaia di persone controllate

MessinaToday è in caricamento