rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca Brolo

Stalking e revenge porn, revocati gli arresti ad un 47enne

Dopo poco più di un mese dall’arresto ed acquisita la testimonianza della persona offesa, il Gip ha accolto la richiesta degli avvocati imponendo all'uomo di Brolo solo il divieto di avvicinamento

Torna in libertà l’uomo di Brolo accusato di stalking e revenge porn. Dopo poco più di un mese dall’arresto ed acquisita, con le forme dell’incidente probatorio, la testimonianza della persona offesa, accogliendo la istanza dei difensori, gli avvocati Nino Favazzo e Giuseppa Abate, il Gip presso il Tribunale di Patti, Andrea La Spada, ha revocato la misura degli arresti domiciliari, sostituendola con quella del divieto di avvicinamento alla persona offesa ed ai luoghi dalla stessa frequentati.

“Abbiamo motivo di ritenere - ha dichiarato l’avvocato Favazzo - che alla decisione di attenuare significativamente la misura, il Giudice sia pervenuto dopo il compimento dell’atto istruttorio, da cui sono emerse molte contraddizioni e significative incongruenze rispetto a quanto aveva costituito oggetto di denuncia e che è risultato fortemente ridimensionato. La revoca delle misura di rigore, rappresenta certamente un primo importante passo, ma l’obiettivo da raggiungere resta sempre quello di escludere ogni coinvolgimento dell’indagato nei fatti che gli sono stati contestati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalking e revenge porn, revocati gli arresti ad un 47enne

MessinaToday è in caricamento