Cronaca

Cancelleri: “Collegamento stabile sullo Stretto, per le autostrade si va verso la revoca della concessione al Cas”

Ponte o tunnel ma l'opera si farà. L'annuncio del sottosegretario alle Infrastrutture che conferma anche l'addio al Consorzio autostrade siciliane. “Abbiamo il dovere di mantenere una condizione di sicurezza e devo constatare, purtroppo, che le autostrade siciliane a pagamento sono in una condizione inaccettabile”

Il sottosegretario alle Infrastrutture, Giancarlo Cancelleri, ospite di 'Casa Minutella', in onda su BlogSicilia.it e VideoRegione, ha reso noti i nomi dei commissari per le infrastrutture in Sicilia. Per la Caltanissetta-Agrigento il commissario sara' Raffaele Celia, dell'Anas, mentre per la Ragusa-Catania viene mantenuta una promessa fatta alla Regione e commissario sara' nominato il governatore Nello Musumeci, col quale il ministero concordera' la nomina di un sub-commissario tecnico. "La posa della prima pietra avverra' entro novembre di quest'anno", ha annunciato Cancelleri.

Autostrade siciliane, il Mit invia il superispettore Migliorino

Parlando del collegamento stabile sullo stretto di Messina, Cancelleri ha spiegato che si fara'. Il sottosegretario alle Infrastrutture ha parlato di "un collegamento stabile". A domanda diretta precisa, ha risposto: "Dovremo valutare se sia meglio il ponte o il tunnel visto che ci sono progetti Saipem molto promettenti. L'unica certezza e' che un collegamento stabile si fara'. Non c'e' la possibilita' di decidere di non fare nulla". E sull'alta velocita' in Sicilia: "Stiamo lavorando per un freccia rossa da 5 vagoni, piu' corto. Questo perche' si tratta di un treno che non si puo' montare e smontare come tutti gli altri ma nasce in una conformazione e lunghezza e tale resta. Un treno da 5 vagoni puo' entrare per intero nel traghetto e questo ci permetterebbe di far arrivare l'alta velocita' in Sicilia. Stiamo lavorando per portare la rete in condizione di garantire una velocita' fra i 10 e i 200 chilometri orari e per le opere ferroviarie in Sicilia abbiamo scelto un commissario siciliano e molto competente. Si tratta dell'ingegnere Filippo Palazzo, un tecnico Rfi molto noto anche in Sicilia. Un uomo del fare".

E infine Cancelleri ha confermato le voci di possibile revoca della concessione al Cas: "Abbiamo il dovere come ministero delle Infrastrutture e dei trasporti di mantenere una condizione di sicurezza per strade e autostrade. E devo constatare, purtroppo, che le autostrade siciliane a pagamento sono in una condizione inaccettabile. Per questo si parla sempre con maggiore insistenza di revoca della concessione al Consorzio autostrade siciliane. Non vedo, invece, alcun rischio di rescissione del contratto col consorzio Cmc (impegnato in molte opere stradali nell'isola, ndr) - ha detto ancora Cancelleri - perche' piano piano si stanno aprendo vari tratti di strada, completando lotti. Mi dispiace per le affermazioni di Falcone (assessore alle Infrastrutture della Regione Siciliana, ndr), che poi e' bravo e sta lavorando bene, ma sbaglia nel lanciare questi comunicati che rischiano di far danno perche' chi fornisce i cantieri legge del rischio di rescissione e si ferma. E questo, non deve avvenire".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cancelleri: “Collegamento stabile sullo Stretto, per le autostrade si va verso la revoca della concessione al Cas”

MessinaToday è in caricamento