Cronaca

Petizione per riaprire il Giardino di Montalto, in marcia per la consegna delle firme

L'inziativa sulla piattaforma Change.org dell'associazione PuliAmo che si era occupata dell'area chiusa da un anno

Da Piazza Basicò a Palazzo Zanca per depositare le firme raccolte con la petizione su change.org, lanciata dall’associazione Puli-Amo Messina per la riapertura del Giardino di Montalto.

Partenza alle 10.30 per chiedere la sua apertura al pubblico dell’area chiusa il 31 ottobre 2018. È ancora possibile firmare la petizione sulla piattaforma virtuale di change.org, alle 7.30 di oggi ha raccolto 864 adesioni. Puli-AMO Messina è l’associazione che ha riscoperto, bonificato ed aperto al pubblico un piccolo parco panoramico di circa 3000 mq ai piedi della chiesa di Montalto. “Questo giardino – si legge nelle motivazioni della petizione -  dapprima sconosciuto alla cittadinanza e utilizzato come discarica abusiva, è stato ridonato alla cittadinanza che lentamente ha iniziato ad apprezzarne i sentieri in ciottolato, le numerose essenze arboree e i suggestivi squarci panoramici sullo Stretto. L’area è sempre stata gestita dai volontari della No Profit, che con passione e spirito di sacrificio hanno avuto cura di aprire e chiudere i cancelli del giardino, innaffiare le numerose piante messe a dimora dalla stessa Associazione e occuparsi della manutenzione ordinaria e la pulizia periodica del sito”.

Dal 31 ottobre dello scorso anno, il Giardino non è più accessibile. “La vegetazione si è nuovamente impossessata di panchine, ringhiere, sentieri e scalinate – spiegano i promotori -  Lì, dove un tempo passeggiavano cittadini e turisti, oggi regna desolazione e abbandono, silenzio e incuria. Non possiamo lasciare che questo prezioso tesoro continui a rimanere chiuso”.

Per ulteriori informazioni visitare la pagina Facebook di “Puli-amo Messina” oppure il sito ufficiale www.puliamomessina.it.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petizione per riaprire il Giardino di Montalto, in marcia per la consegna delle firme

MessinaToday è in caricamento