Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca

Università e Ricerca, Messina guadagna 112 posizioni

“Accogliamo questa notizia con enorme soddisfazione – ha detto il rettore Cuzzocrea – e sono molto orgoglioso di condividere questi progressi con tutti i nostri docenti"

Anche quest’anno, l’Università di Messina si conferma nella fascia 501-600, malgrado il consistente aumento del numero di Atenei valutati dalla classifica di THE, passati dai 1799 dell’edizione 2023 (pubblicata a ottobre 2022) ai 1904 di questa edizione. UniMe è nella metà migliore tra gli Atenei italiani, piazzandosi al 27° posto tra le italiane su 56 classificate. Il miglior risultato è ottenuto in particolare per la qualità della sua Ricerca (research quality), per cui guadagna 112 posizioni rispetto allo scorso anno, posizionandosi al 342° posto a livello mondiale.

“Accogliamo questa notizia con enorme soddisfazione – ha detto il rettore Salvatore Cuzzocrea – e sono molto orgoglioso di condividere questi progressi con tutti i nostri docenti che si sono impegnati e hanno permesso al nostro Ateneo di raggiungere un importantissimo risultato in un settore molto difficile". 

Per l’elaborazione del proprio ranking, THE seleziona le Università e indaga cinque dimensioni: Didattica, Ricerca, Citazioni, Trasferimento tecnologico e Internazionalizzazione. I dati utilizzati in larga parte provengono dalle banche dati di pubblicazioni scientifiche o da questionari sottoposti agli accademici e alle aziende; sono integrati da dati puntuali forniti dagli stessi Atenei selezionati (https://www.timeshighereducation.com).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università e Ricerca, Messina guadagna 112 posizioni
MessinaToday è in caricamento