Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Ricerche di Gioele, il padre tenta di raggiungere il pilone ma la polizia giudiziaria lo blocca

Daniele Mondello fermato dagli agenti mentre tenta di raggiungere il posto dove è stato trovato il cadavere della moglie. Testa bassa e silenzio stampa: “Sono qui solo per cercare mio figlio”

 

“Sono qui per cercare mio figlio ma non voglio rilasciare dichiarazioni, capisco il vostro lavoro ma lasciateci in pace”. 

Ha scelto la linea del silenzio Daniele Mondello, il papà del piccolo Gioele oggi attorniano da volontari che lo hanno raggiunto al campo base delle ricerche a Caronia raccogliendo il suo appello e avventurandosi sulla montagna a caccia del più piccolo indizio che possa aiutare a ritrovare il bambino.

Di Gioele non si hanno notizie dal 3 agosto. Gli ultimi a vederlo, i testimoni che transitavano in autostrada e hanno assicurato che era con la mamma, gli occhi aperti e la testolina appoggiata alla sua spalla, dopo l’incidente in autostrada quando Viviana Parisi ha scavalcato il guardrail e si è allontanata verso la montagna.

Daniele Mondello non si è fermato a parlare con nessuno, in auto era con la sorella Mariella e con un gruppo ristretto di amici e parenti per effettuare le ricerche. Testa bassa e lo sguardo di chi attraversa la prova più terribile che la vita può dare, Daniele Mondello ha provato ad avvicinarsi ai piedi del pilone dove è stato trovato il corpo senza vita della moglie ma non gli è stato consentito neanche di passare. E' stato bloccato a malincuore dagi agenti di polizia giudiziaria che si sono giustificati: “Questi sono gli ordini”. L'area è infatti sotto sequestro.

Intanto cresce il numero di volontari, ormai un’ottantina, che si sono presentati per dare una mano alle ricerche.

I vigli del fuoco e la protezione civile hanno avvertito i volontari: "Se trovate qualcosa non dovete toccare niente, mi raccomando. Avvertite subito qualcuno ma senza toccare nulla".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MessinaToday è in caricamento