Cronaca

La richiesta dopo il caso Eriksen: "Defibrillatori in tutta la città"

L'appello del consigliere del terzo quartiere Alessandro Cacciotto anche per istituire corsi gratuiti di primo soccorso

Quanto accaduto al calciatore Christian Eriksen, colpito lo scorso 12 giugno da un arresto cardiaco durante Danimarca-Finlandia, ha scosso l'intera opinione pubblica. Fondamentali in quel caso le operazioni di primo soccorso che hanno fatto la differenza tra la vita e la morte. Sulla scia di quanto accaduto, il consigliere della terza circoscrizione Alessandro Cacciotto chiede all'amministrazione comunale di installare, nei punti strategici della città,  defibrillatori semiautomatici che possano essere utilizzati in caso di necessità.

"La città - spiega Cacciotto -  annovera già la presenza di alcuni defibrillatori, frutto anche della volontà e del gesto del precedente Sindaco di Messina, ma sarebbe auspicabile aumentare di numero l’installazione di defibrillatori. Non solo: l’amministrazione comunale, oltre all’installazione di ulteriori defibrillatori all’aperto, potrebbe farsi carico, anche in sinergia con associazioni o soggetti competenti, di realizzare periodicamente dei corsi gratuiti per i cittadini interessati sia di primo soccorso e sia di utilizzo del defibrillatore semiautomatico. La salute è un diritto primario che va tutelato anche con una sana prevenzione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La richiesta dopo il caso Eriksen: "Defibrillatori in tutta la città"

MessinaToday è in caricamento