Salina, il Pm Barbieri vuole tutti gli indagati dell'operazione Isola Verde a processo: udienza ad aprile 2021

Arriva a un punto decisivo l'inchiesta dell'agosto 2019 su due comitati d'affari che avrebbero governato Santa Marina e Malfa a loro piacimento. Coinvolti tra gli altri l'ex sindaco Lo Schiavo, l'ex comandante della stazione dei carabinieri Stefani, il giornalista Mario Cavaleri e la direttrice della Soprintendenza Vinci

Carabinieri di Santa Marina Salina (Foto di repertorio)

Richieste di rinvio a giudizio per tutti gli indagati. L'inchiesta resa nota nell'agosto 2019 e coordinata dalla procura di Barcellona Pozzo di Gotto sui componenti di due "comitati d'affari" che avrebbero governato a loro piacimento Santa Marina Salina e Malfa arriva a un punto decisivo. Il Pm Rita Barbieri ha richiesto il processo per 83 persone indagate nell'operazione Isola Verde. Esce fuori dall'indagine Arturo Cappadonia, 70 anni, che secondo quanto si è appreso è deceduto nei mesi scorsi. 

Sull'isola di Salina sarebbero stati attivi per diversi anni due gruppi d'affari impegnati nella gestione del territorio con particolare riferimento alle attività amministrative. E' quanto venuto fuori dalle indagini dei carabinieri, iniziate nel 2014,  che avevano portato all'operazione "Isola verde" da cui era emerso - secondo l'accusa - un sistema ben organizzato con il quale si controllavano appalti e concessioni edilizie. L'udienza che si terrà il 21 aprile vedrà interessati anche nomi importanti come l'ex sindaco di Santa Marina Salina Massimo Lo Schiavo, il Capo dell'ufficio tecnico del Comune Giuseppe Caravaglio, l'ex comandante della stazione dei carabinieri dell'isola Gimmi Stefani, il sindaco di Santa Marina Domenico Arabia, il giornalista Mario Cavaleri e la direttrice della Soprintendenza Mirella Vinci, l'ex direttore dell'Asp Gaetano Sirna oltre ad amministratori, tecnici comunali, imprenditori e residenti. I reati contestati spaziano dall'associazione a delinquere, relativamente ai due gruppi d'affari, abuso d'ufficio falsità in atti pubblici, corruzione, peculato, turbativa di pubblici incanti, omessa denuncia da parte di pubblico ufficiale e rivelazione di segreti d'ufficio. Secondo il Pm Federica Paiola che aveva seguito l'inchiesta dei militari dell'Arma: "Si sarebbe formata un’associazione per trarre vantaggi personali, anche immateriali, per commettere veri delitti contro la pubblica amministrazione. E ancora: controlli sulle costruzioni abusive fatti "pro forma", non segnalando gli illeciti alla magistratura, rivelazioni di notizie riservate".

Risultano a oggi indagati anche Antonio Podetti, 56 anni, che è stato sindaco di Leni, Elena Caruso, 49 anni, il geometra Antonio Battaglini, 54 anni, Maria Carmela Alì, 72 anni, Salvatore Grillo, 74 anni, Carmelo Rapisarda, 70 anni, Pietro Maria Aliello, 52 anni, Marina Bonanno, 47 anni, Gaetano Basile, 87 anni, Francesco Gullo, 70 anni, Teodoro Cataffo, 67 anni, Graziella Longo, 48 anni, Luisa Mantegazza, 59 anni, Luigi Pollone, 38 anni, Santina Gullo, 61 anni, Salvatore Follone, 71 anni, Rosanna Victoria Rimertz, 46 anni,  Clara Follone, 61 anni, Francesco Stagno, 37 anni, Davide Osvaldo, 33 anni, Amelia Di Franco, 64 anni, Angelo Oliveri, 44 anni, Pietro Oliveri, 47 anni, Carmelo Porcino, 64 anni, Pasquale Liberatore, 70 anni, Lucio Ziino, 55 anni, Massimo Cavallaro, 59 anni, Elio Benenati, 54 anni, Francesco Gendusa, 63 anni, Maria Letizia Molino, 59 anni, Gabriele Schifilliti, 67 anni, Gaetana La Greca, 50 anni, Caterina Giuffrè, 59 anni, Giorgio Giuffrè, 55 anni, Sabina Giuffrè, 47 anni, Antonino Famulari, 53 anni, Salvatore Caruso, 46 anni, Gianfranco Celi, 51 anni, Arturo Ciampi, 55 anni, Salvatore Perillo, 45 anni, Paola Barbaro, 57 anni, l'ex sindaco di Malfa, Virgilio Ciampi, 73 anni Giuliana Cafarella, 30 anni, Roberto Pirera, 46 anni, Martino Basile, 35 anni, Veronica Caccetta, 32 anni, Daniela Virgona, 47 anni, Mario Virgona, 49 anni, Santino Ofria, 56 anni, Carmelo Pinto Vraca, 63 anni, Antonino Sutera, 46 anni, l'ex sindaco di Malfa Salvatore Longhitano, 72 anni; Alessandro De Grazia, 45 anni, Annalisa Pellicanò, 45 anni, Roberto Campagna, 51 anni, Natale Jeni, 46 anni, Clelia Urzì Brancati, 45 anni, Italo Strani, 57 anni, Monica Bellantone, 45 anni, Sergio Fasulo, 45 anni, Christian D'Ambra, 40 anni, Enzo Cumbo, 58 anni, Sergio Zavone, 38 anni, Generosa La Rosa, 76 anni, Maria Volante, 41 anni, Domenico Paratore, 63 anni, Angela Morello, 57 anni, Biagio Alizzi, 67 anni, Lorenzo Cincotta, 55 anni, Antonino Vasquez, 53 anni, Massimo Taranto, 41 anni, Maria Concetta Siragusano, 47 anni, Antonino Cafarella, 42 anni, Ivan Davanzo, 70 anni, Francesco Bartolone, 53 anni, Gaetano Massimo Polisano, 54 anni.

L'inchiesta scosse politicamente Santa Marina Salina con le dimissioni di massa della minoranza in Consiglio comunale e la richiesta di commissariamento dell'ente pubblico guidato da Arabia. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • Dall'aggressione fisica all'auto bruciata: la storia di Alessandro Gonciaruk, vittima di intimidazione a Zafferia

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • "Scambio" di morti in obitorio, famiglia seppellisce la salma sbagliata

  • Non ci sono bombole, malata di Covid rischia la vita: il medico del 118 denuncia tutto ai carabinieri

  • Su Viviana e Gioele indagini per altri due mesi, Daniele Mondello: "Orribile non poter ancora dar loro sepoltura"

Torna su
MessinaToday è in caricamento