Commemorazione dei caduti di Nassiriya, le mascherine non fermano il ricordo di Alfio Ragazzi e Ivan Ghitti

A Briga e San Fratello il comando provinciale dell'Arma ha ricordato la morte dei due carabinieri nonostante le limitazioni dal contagio di coronavirus

La commemorazione per Alfio Ragazzi al cimitero di Briga

Celabrata la “Giornata del ricordo dei Caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace” e ricordato il diciassettesimo anniversario della strage di Nassiriya, una delle pagine più tristi della storia recente italiana. Il 12 novembre del 2003, alle 1040 nella città a sud dell’Iraq, un camion-bomba esplose dentro il recinto della caserma “Maestrale”, una delle basi del contingente italiano MSU a cui era demandato il controllo di quella zona del paese. A bordo del veicolo c’erano due terroristi. un autista e un uomo armato che si sporse verso l’esterno e cominciò a sparare contro il posto di guardia all’ingresso della base. Il camion proseguì, sfondando la barra di metallo all’ingresso e si bloccò pochi metri dopo, scontrandosi contro le strutture di protezione che delimitavano il parcheggio della base, esplodendo. Crollò gran parte dell’edificio principale, molti mezzi militari presero fuoco ed andò in fiamme anche il deposito delle munizioni. Il bilancio fu devastante 28 morti: 12 carabinieri, 5 soldati dell’Esercito Italiano, due civili italiani e nove civili iracheni. Inoltre, una ventina di italiani, tra
militari e civili, rimasero feriti.

Quest’anno, in considerazione delle limitazioni per il contenimento della diffusione del contagio del virus Covid-19 e nel rispetto delle prescrizioni sanitarie vigenti, il Comando Provinciale dei carabinieri di Messina ha ricordato il sacrificio dei due militari Caduti a Nassiriya  organizzando un momento di raccoglimento con la deposizione di corone di fiori sulle loro tombe. Questa mattina, presso il cimitero di Briga Marina, il Comandante Provinciale Lorenzo Sabatino, la vedova Tiziana Montalto con i figli Enrico e Salvatore, il fratello Maurizio ed il Cappellano militare Don Rosario Scibilia, hanno deposto un cuscino di fiori sulla tomba del Maresciallo Alfio Ragazzi, originario di Messina mentre, presso il cimitero di San Fratello, alla presenza dei familiari più stretti, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Santo Stefano di Camastra ha commemorato il Brigadiere Ivan Ghitti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Atm, dipendenti in malattia pedinati da un detective privato

  • Tensione alla Mazzini Gallo, genitori si fiondano dalla dirigente pretendendo il certificato medico di un bimbo

  • Trovato morto il sub disperso a Maregrosso, il cadavere recuperato dalla Capitaneria di Porto

  • Famiglia in isolamento da settimane per il padre positivo al Covid: "Lasceremo casa se i ritardi proseguiranno"

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • Respirava grazie a una presa d'aria collegata alla terrazza, le ultime ore da latitante di Giovanni De Luca

Torna su
MessinaToday è in caricamento