menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gettonopoli, ricorsi rigettati in Cassazione: condanne confermate per ex e attuali consiglieri comunali

La Suprema Corte respinge le richieste degli esponenti politici dopo la decisione di Secondo grado, le motivazioni si conosceranno tra qualche mese

Finisce il processo Gettonopoli con la conferma delle condanne in Appello per ex e attuali consiglieri comunali. La Cassazione ha infatti rigettato a tutti i ricorrenti il ricorso contro la sentenza di Secondo grado. Le motivazioni del provvedimento si conosceranno tra qualche mese. 

Gettonopoli finisce in Cassazione

Nel novembre scorso la decisione di far slittare al 17 febbraio 2021 il provvedimento di Terzo Grado. Rinvio per consentire la discussione delle parti in presenza, dal momento che le attuali disposizioni legate all’emergenza sanitaria non permettevano gli assembramenti. La sentenza di Appello sulle presenze "mordi e fuggi" degli esponenti politici comunali venne emessa il 20 dicembre 2019 che riformava parzialmente le condanne in Primo grado: Carlo Abbate 1 anno 6 mesi e 10 giorni, Pietro Adamo 1 anno, 2 mesi e 20 giorni, Amadeo Pio 1 anno, 5 mesi e 10 giorni, Angelo Burrascano 1 anno, 4 mesi e 10 giorni, Antonino Carreri 1 anno e 2 mesi, Andrea Consolo 1 anno e 3 mesi, Giovanna Crifò (attuale consigliere comunale) 1 anno e 5 mesi, Nicola Salvatore Crisafi 1 anno, 7 mesi e 20 giorni, Nicola Cucinotta 1 anno e 3 mesi, Carmela David 1 anno, 3 mesi e 20 giorni, Paolo David 1 anno, 7 mesi e 10 giorni, Santi Sorrenti 1 anno e 3 mesi, Fabrizio Sottile 1 anno e 6 mesi, Benedetto Vaccarino (attuale consigliere comunale) 1 anno e 9 mesi, Santi Daniele Zuccarello 1 anno e 6 mesi. Per tutti era stata disposta la pena sospesa. Vennero totalmente assolti Libero Gioveni (anche lui come Crifò e Vaccarino fa parte dell'attuale Consiglio comunale) e Nora Scuderi. L'inchiesta Gettonopoli al Comune fu condotta dalla Digos e scoppiò nel novembre 2015, il processo di primo grado nei confronti dei consiglieri comunali dell’epoca si era concluso con condanne nel luglio 2017.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano, come scegliere quello giusto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento