Rifiuti, Lombardo loda l'operato di Messina Servizi e avvisa: "Querelato il primo millantatore"

L'analisi di chi gestisce la raccolta differenziata in città. Tanti ancora i messinesi che devono abituarsi al cambiamento. Ma restano anche le zone degradate. L'iniziativa dell'azienda contro chi offende

Da un lato l'impegno di Messina Servizi nel gestire la raccolta differenziata ormai in quasi tutta la città, dall'altro l'inciviltà di molti messinesi e tanti quartieri ancora in preda al degrado. Il settore rifiuti è una pentola che bolle, ma chi lo gestisce è sicuro di aver imboccato la strada giusta dopo anni di disservizi ed emergenze.

E' il presidente della stessa Messina Servizi Giuseppe Lombardo a fare il punto della situazione. "Due anni di intenso lavoro, un cambio di passo programmato, la ricerca e contestuale diminuzione degli sprechi, l'abbattimento dei costi, da soli non sono bastati a dare l'idea di una squadra che, mai come in questo momento, vuole essere al servizio della collettività, preoccupata com'è di restituire a Messina  quella normalità solo a parole millantata da chi nel tempo ha preceduto la messa in azione della Messina Servizi. Questo cambio di tendenza passa attraverso un'ardua opera di coinvolgimento della cittadinanza, ostaggio di cattive abitudini e solitamente poco incline ad accogliere le innovazioni programmate".

Il grande passo della differenziata

"L'introduzione della differenziata, in tutte le sue componenti - aggiunge Lombardo - ha rappresentato la più importante riforma economico sociale che la Messina Servizi S.p.A, a ciò delegata  dalla Amministrazione Comunale, sta portando avanti orgogliosamente e tra mille difficoltà. Tanto è stato fatto, tanto resta ancora da fare; in quest'ottica si inquadra il confronto odierno con tutta la cittadinanza, con quanti hanno deciso di collaborare, con quanti hanno offerto le proprie idee e preziosi suggerimenti, con quanti hanno semplicemente esercitato il proprio diritto di critica,  soprattutto costruttiva. Ve ne siamo grati, non potrremmo farne a meno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Querela contro chi ha offeso l'azienda

"Quello che non abbiamo accettato e rispediamo al mittente, sono le accuse, fortunatamente poche, di mala gestio o, peggio, gli accostamenti al malaffare. La condotta di tutti noi addetti ai lavori, dal primo all'ultimo, è sempre stata improntata all'onestà e all'impegno, a quel necessario spirito di abnegazione, che tutti insieme considerati, danno la misura di quel cambio di passo richiesto dall'amministrazione De Luca. Tolleranza zero, quindi, nei confronti di quanti - attraverso l'antica arte del non dico ma insinuo - intendono sollevare dubbi sulla levatura morale e su quei principi di onestà e correttezza, che hanno contraddistinto e continueranno a contraddistinguere la nostra azione. Abbiamo depositato la prima querela, con l'assistenza dell'avvocato Tommaso Micalizzi, a conferma di un cambio di strategia, volta a tutelare il buon nome e l'immagine della Messina Servizi., impegnandoci sin da adesso a monitorare e contrastare tutte le affermazioni false, offensive o calunniose, utilizzate da chi ha come unico interesse quello di gettare fango e screditare chi sta operando nell'esclusivo interesse di Messina e dei messinesi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brigata Aosta nello sconforto per la morte del militare, indagini a tutto campo a Capo d'Orlando

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: otto a Messina

  • Omicidio o suicidio a Capo d'Orlando? Muore 48enne messinese con un coltello in corpo: vana la corsa in ospedale

  • Nuovo ricovero per coronavirus al Policlinico, una cinquantenne in arrivo da Patti: due impiegati in isolamento

  • Roccalumera piange Angelica, sconfitta dal tumore a soli 18 anni

  • Coronavirus, 98 i nuovi positivi in Sicilia (9 a Messina e provincia): a Patti una classe in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento