menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, la Regione "riapre" la discarica di Pace: scongiurato lo stop alla differenziata

Il via libera all'utilizzo dell'impianto per i prossimi dieci anni e all'aumento della capacità di trattamento. La boccata d'ossigeno dopo il lungo periodo di concessione in deroga

Per i prossimi dieci anni Messina potrà continuare ad utilizzare la discarica di Pace. Lo scorso 1 aprile la Regione ha infatti firmato il decreto che mantiene operativo l'impianto, finora gestito provvvisoriamente con una deroga della Città Metropolitana in scadenza a maggio e non più rinnovabile. Dopo due anni di richieste, Palermo ha definitivamente dato il via libera, scongiurando di fatto il rischio di stop della raccolta differenziata e aprendo alla possibilità di aumentare la capacità di trattamento. Nei prossimi giorni è attesa la conferenza dei servizi e la definitiva autorizzazione. 

Era stato il presidente di Messina Servizi, Pippo Lombardo, a lanciare l'allarme sulla possibilità di non poter utilizzare più l'impianto. L'obiettivo è adesso quello di ampliare la capacità della discarica. Il Comune ha chiesto di portare la capacità di Pace ad almeno 40mila tonnellate l'anno in modo da rispondere alle sempre più crescenti esigenze della città vista la diffusione della raccolta differenziata praticamente sull'intero territorio. 

Intanto, si attende di capire quale sarà il futuro della discarica di Lentini in cui finiscono anche i rifiuti messinesi. Lo stop dell'impianto era stato annunciato per il 1 aprile, ma solo da metà mese andrà ad operare in regime ridotto, diminuendo di fatto la capacità di trattamento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento