Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Gestione rifiuti urbani, Messina tra le prime della classifica

I risultati del Rapporto Ispra dedicato al 2022. Interdonato: "Posizione lusinghiera per la nostra città"

Si è tenuta oggi a Roma la 25esima edizione del Rapporto Ispra dedicato ai rifiuti urbani con la presentazione dei dati relativi all’anno 2022, cui hanno preso parte in rappresentanza del Comune di Messina la presidente della Messinaservizi Bene Comune Maria Grazia Interdonato e il direttore generale della società Michele Trimboli.  

Come ogni anno, il Rapporto Rifiuti Urbani fornisce i dati, aggiornati all’anno precedente, sulla produzione, raccolta differenziata, gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti di imballaggio, su import/export, a livello nazionale, regionale e provinciale, attraverso un documento che sintetizza l’attività di raccolta, analisi ed elaborazione da parte del Centro nazionale dei rifiuti e dell’economia circolare dell’Istituto, con il contributo delle Arpa/Appa. Insieme al Rapporto Rifiuti è stato presentato anche il “Rapporto sul Recupero Energetico da rifiuti” di Utilitalia, uno studio mirato ad acquisire e analizzare i dati degli impianti di gestione anaerobica e di incenerimento con recupero di energia dei rifiuti.

“Il rapporto Ispra – spiega la presidente Interdonato - come si evince dalle tabelle presentate, relative alle 14 città con popolazione superiore a 200mila abitanti, vede la città di Messina posizionata, dopo le prime quattro città, Padova, Bologna, Venezia e Milano, in una forbice di solo 1,5 punti percentuali, fra il 5° e l’8° posto, insieme a Firenze, Torino e Verona”. “Una posizione lusinghiera – prosegue la Interdonato – oltre ad un’occasione importante poichè la Messinaservizi, a seguito di interlocuzioni precedenti con Ispra, è riuscita a fare rettificare i dati contenuti nel rapporto 2021, in quanto erano stati riportati in maniera errata”.

Soddisfazione espressa dal sindaco Federico Basile per l’ulteriore traguardo raggiunto da Messina che si posiziona tra le prime Città metropolitane d’Italia “frutto di un lavoro di squadra e dell’impegno della governance della Messinaservizi che secondo il nostro programma strategico – sottolinea Basile – operiamo per rendere Messina sempre più virtuosa in tema di rifiuti”.

E in merito all’impegno la presidente Interdonato ha ringraziato l’intera macchina operativa e amministrativa societaria per l’incremento dal 2021 al 2022 pari al 10 per cento, registratosi durante il mandato del sindaco Cateno De Luca e della MSBC presieduta da Giuseppe Lombardo sino all’attuale sindacatura Basile “crescita sottolineata durante la presentazione – conclude la Presidente della Messinaservizi - anche dalla direttrice generale Ispra Maria Siclari”.

Sull’importanza di un lavoro costante e perseverante è intervenuto anche l’assessore al ramo Francesco Caminiti “se Messina è riuscita a raggiungere questi risultati lo dobbiamo alla cittadinanza che grazie al nostro impegno di veicolare e sensibilizzare le buone pratiche nella raccolta rifiuti siamo riusciti a creare un cambio di mentalità che spesso non è facilmente assorbibile dai cittadini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestione rifiuti urbani, Messina tra le prime della classifica
MessinaToday è in caricamento