rotate-mobile
Cronaca

Rimosso il murale del piccolo Giuseppe Di Matteo che esulta per l'arresto di Messina Denaro

L'opera dell'artista Laika, per ragioni ignote, è stata tolta. Campeggiava all'ingresso del carcere de L'Aquila dove il superlatitante catturato la scorsa settimana è adesso detenuto al 41-bis

E'stato rimosso "Mafia sucks" (la mafia fa schifo), il poster della street artist Laika, affisso a pochi metri dal carcere in località Costarelle di Preturo, L'Aquila, dove è rinchiuso Matteo Messina Denaro.

Ignote le ragioni della rimozione del poster che raffigurava Giuseppe Di Matteo, figlio del collaboratore di giustizia Santino, ucciso e sciolto nell'acido dalla mafia l'11 gennaio del 1996. Giuseppe era ritratto sul suo cavallo, quasi "a celebrare" la cattura del superboss e mandante del suo omicidio, lo stesso Messina Denaro, detenuto in regime 41-bis. Il murale era comparso all'improvviso, realizzato dall'artista dal volto mascherato che conta 14mila follower su Instagram.

"Mafia sucks", murale con Giuseppe Di Matteo che esulta vicino al carcere di Messina Denaro

Giuseppe Di Matteo è una delle vittime più tristemente celebri di Messina Denaro. Rapito nel novembre del 1993 nel maneggio dov'era solito prendere lezioni di equitazione, l'allora dodicenne è stato tenuto recluso per più di venticinque mesi, per poi essere strangolato e sciolto nell'acido l'11 gennaio del 1996. Giuseppe era il figlio di Santino Di Matteo, ex mafioso e poi collaboratore di giustizia e Cosa Nostra procedette con il rapimento del bambino nel tentativo di impedire al padre di parlare con gli investigatori. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimosso il murale del piccolo Giuseppe Di Matteo che esulta per l'arresto di Messina Denaro

MessinaToday è in caricamento