Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Maregrosso

Risanamento, iniziata la demolizione delle baracche di Fondo Saccà

Il primo step prevede l'eliminazione dell'amianto, poi arriveranno le ruspe

Si inizia a fare sul serio riguardo il risanamento delle baraccopoli messinesi. I primi manufatti ad essere demoliti saranno quelle di Fondo Saccà a Maregrosso. Questa mattina gli operai della ditta Ambiente e Sicurezza hanno iniziato le operazioni di eliminazione dell'amianto presente su tetti, serbatoi o altre costruzioni. Questo il primo step della durata di circa due settimane, a breve arriveranno anche le tanto attese ruspe.

Ad effettuare gli interventi di demolizione sarà il Consorzio Soleco di Aci Catena che si è aggiudicato i lavori per un importo di poco superiore ai 400mila euro. 

La zona verrà presto interamente liberata dalle baracche mentre 65 famiglie attendono di trasferirsi nei nuovi alloggi così come previsto dal progetto Capacity iniziato con la precedente amministrazione comunale. Il resto degli occupanti verrà invece inserito nelle graduatorie Arisme, impegnata a trovare casa per 30 famiglie che non erano stati inseriti nella precedente graduatoria. L'area cambierà presto completamente volto vista la parallela realizzazione della via don Blasco. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risanamento, iniziata la demolizione delle baracche di Fondo Saccà

MessinaToday è in caricamento