Cronaca Gazzi / Maregrosso

Risanamento, in autunno via le baracche a Maregrosso e Fondo Fucile

In corso di aggiudicazione le gare per la demolizione dei manufatti e la riqualificazione delle due aree. Ruspe in azione a partire da settembre mentre continuano a buon ritmo le assegnazioni di nuovi alloggi

La corsa al risanamento non si ferma. In attesa dei primi 100 milioni di euro concessi dal governo, il prossimo autunno le ruspe iniziareranno a muoversi a Maregrosso e Fondo Fucile. In corso di aggiudicazione le gare per la demolizione delle baracche e la riqualificazione delle due aree, tra i simboli del degrado cittadino. Ultimi step burocratici e poi via libera ai lavori. In ballo i tre progetti presentati dal Comune a cui si aggiunge quello della Città Metropolitana, in corso di valutazione al ministero delle Infrastrutture.

Il dato choc: chi sta in baracca vive 7 anni in meno rispetto agli altri messinesi

A Fondo Saccà verranno abbattuti gli ultimi manufatti che ancora insistono a ridosso del centro commerciale, poi spazio ad una palazzina, per cui già c'è l'ok del Genio Civile) che verrà realizzata con tecniche biosostenibili in linea con le costruzioni già esistenti nell'ambito del progetto Capacity. Un iter che si avvia alla conclusione dopo alcuni intoppi in termini di tempo causati dalla gestione dell'amianto presente in zona. 

Altra novità riguarda Fondo Fucile prossimo dall'essere ormai disabitato. Arisme sta proseguendo con l'assegnazione di nuovi alloggi ed entro giugno anche le restanti baracche 29 veranno sgomberate mentre l'Agenzia per il Risanamento stilerà a breve una nuova graduatoria per le otto famiglie rimaste inizialmente fuori dal piano di sbaraccamento. L'ultimo passo prima di partire con le demolizioni programmate per il prossimo autunno. Il Comune sta risolvendo le criticità legate alla presenza di amianto e al vetusto impianto fognario che già in passato ha creato diverse problematiche.

"Raccogliamo i primi frutti - spiega l'assessore al Risanamento Salvatore Mondello - dopo un lavoro incessante per la presentazione dei progetti al Ministero. Siamo fortemente orgogliosi per quanto prodotto in termini tangibili, l'amministrazione comunale è pronta ad un traguardo storico, frutto di impegni e sacrifici e di un'attività portata avanti a fari spenti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risanamento, in autunno via le baracche a Maregrosso e Fondo Fucile

MessinaToday è in caricamento