Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca Centro / Piazza della Repubblica

Calci, pugni e colpi di bottiglia: viaggio da incubo per una rissa sul treno

La polizia ferroviaria ha fermato il terzetto che sul convoglio Sant'Agata militello-Messina se l'era data di santa ragione sul convoglio noncuranti della presenza degli altri viaggiatori

Rissa a bordo del treno regionale Sant'Agata Militello-Messina. La polizia ferroviaria ha arrestato tre persone. Noncuranti della presenza di altri viaggiatori i tre si sono affrontati con calci e pugni, colpendosi ripetutamente a vicenda anche con una bottiglia di vetro. Le grida provenienti dalla parte posteriore del convoglio, scenario dei tafferugli, hanno attirato l’attenzione di un agente della Polfer che si stava recando in servizio a Messina. Il poliziotto ha immediatamente allertato i colleghi con i quali, una volta che il convoglio è giunto in stazione, ha bloccato i tre uomini che, opponendo una violenta resistenza e minacciando di morte gli agenti, hanno tentato di sottrarsi all’arresto. 

Gli arrestati sono tre uomini pluripregiudicati di 28, 26 e 40 anni, tutti residenti nella provincia messinese; il ventottenne, inoltre, è risultato essere destinatario di un Dasp urbano emesso dal Questore di Messina. Al termine degli accertamenti di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, gli arrestati sono stati trasferiti presso la Casa Circondariale “Gazzi” di Messina.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci, pugni e colpi di bottiglia: viaggio da incubo per una rissa sul treno

MessinaToday è in caricamento