Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Appalto stadio "Scoglio", Arena del Fc Messina: "Tutto da decidere e sono più fiducioso di prima"

Il presidente della società di calcio ha commentato con molto ottimismo il futuro dopo l'annullamento al Tar della sospensiva sulla procedura di affidamento dell'impianto che il Comune aveva revocato. Se ne riparlerà nel gennaio 2022

Ci aspettavamo un Rocco Arena dimesso e invece il presidente del Fc Messina è apparso tutt'altro che che con le gomme a terra. La sezione staccata del tribunale amministrativo regionale su ordinanza ha bocciato in settimana la sospensiva proposta dal Fc Messina difeso dall'avvocato Enrica Maria Ghia contro il Comune (Palazzo Zanca è assistito dal legale Arturo Merlo). La società di calcio che disputerà anche quest'anno la serie D chiedeva l'annullamento della decisione del Comune del 24 giugno scorso sulla procedura per l'affidamento della concessione in gestione dello stadio "Franco Scoglio" con cui l'amministrazione De Luca aveva disposto la non aggiudicazione della gara d'appalto che aveva visto come unica offerta proprio quella del Football Club Messina ssd arl. La sospensiva riguardava anche l'affidamento alla Messina Servizi Bene Comune degli impianti spoetivi non oggetto di concessione, il provvedimento (come si legge di data e autore sconosciuti) con cui era stata affidata al professore Francesco Vermiglio la consulenza del responsabile unico del procedimento per la redazione dei provvedimenti impugnati, la nota dell'ingegnere Antonio Amato, dirigente comunale, sulla verifica aggiuntiva della proposta di aggiudicazione a un soggetto esperto in materia. Di tutto questo, respinta la sospensiva dai giudici Francesco Brugaletta (presidente), il consigliere Diego Spampinato e il referendario Salvatore Accolla, se ne riparlerà il 13 gennaio prossimo nell'udienza che entrerà nel merito. Il Fc Messina è stato condannato a pagare le spese legali pari a 800 euro. "Sono ancora più fiducioso di prima nell'esito del ricorso - commenta Arena - è stata soltanto annullata la nostra richiesta di sospensiva perché in pratica non esisteva più la possibilità di provocare ulteriori danni alla nostra società, ci rivedremo a gennaio quando si entrerà nel merito, ho parlato con i legali e sono ottimista, mi dispiace che dovranno essere i contribuenti messinesi a pagare per errori commessi non da loro, il fatto che il Tar abbia fissato una data molto ravvicinata dell'udienza di merito fa ben capire che la questione non è chiusa come qualcuno ha voluto far capire commentando la vicenda, è ancora tutto da decidere quindi, ci sentiamo danneggiati e faremo di tutto per far valere i nostri diritti". 

Stadio "Scoglio", Tar annulla richiesta di sospensiva

“Le sentenze non si commentano e nemmeno le ordinanze – aveva dichiarato l’assessore Dafne Musolino il 16 settembre appresa la notizia – ma credo sia doveroso sottolineare come il Tar abbia ravvisato un difetto del pregiudizio grave ed irreparabile lamentato dal ricorrente, sia sotto il profilo patrimoniale che del danno all’immagine della società.” “Conforta sapere – aveva aggiunto l’assessore allo Sport, Francesco Gallo – che si possa continuare a lavorare per la riqualificazione e la gestione dello stadio Scoglio, senza dare ascolto ai profeti di sventura e mirando solo alla tutela del bene pubblico.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalto stadio "Scoglio", Arena del Fc Messina: "Tutto da decidere e sono più fiducioso di prima"

MessinaToday è in caricamento