rotate-mobile
Cronaca Rometta

Rometta, intitolato il campo sportivo all’indimenticato tifoso giallorosso Tonino Currò

Momenti di grande commozione per il ricordo dell'uomo morto allo stadio Celeste nel 2001 dopo essere stato colpito da una bomba carta lanciata dai tifosi del Catania. A scoperchiare la targa, è stato il sindaco Nicola Merlino, con l’ex capitano del Messina Carmine Coppola

“Tonino, Tonino, Tonino”. Un coro ricorrente durante le partite del Messina, un coro con cui i supporters peloritani ricordano l’indimenticato tifoso biancoscudato Tonino Currò, morto allo stadio “Giovanni Celeste”, il 17 giugno del 2001, dopo essere stato colpito da una bomba carta lanciata dai tifosi del Catania durante un “derby”.

E Rometta, paese d’origine di Tonino, lo ha voluto ricordare proprio pochi giorni fa, intitolandogli il campo sportivo di Contrada Filari, reso finalmente agibile: “Un uomo non muore mai se c’è qualcuno che lo ricorda. Tonino vive nei nostri cuori”, una targa ricca di emozioni, che il sindaco di Rometta, Nicola Merlino, ha consegnato alla madre e al fratello di Tonino Currò.

Presenti all’inaugurazione dell’impianto sportivo anche gli assessori comunali Nino Cirino, Pippo Saija e Roberto Bottaro, il capogruppo di maggioranza Alessandro Nava, tantissimi romettesi e giovani e anziani calciatori.

Presente anche lo storico ex capitano del Messina Carmine Coppola, attuale responsabile del settore giovanile dei peloritani, che in giallorosso vanta quasi 200 presenze tra serie A, serie B e serie D e che con il Messina ha anche raggiunto la Nazionale “azzurra”. E con grande emozione, il primo cittadino di Rometta e Coppola hanno scoperto assieme la parete dov’è inciso il nome dell’indimenticato tifoso.

In prima linea anche l’Asd Rometta Marea, l’Asd Virtus Rometta e la scuola calcio dell’Asd Rometta, che per “salutare” Tonino, hanno poi disputato una serie di partitelle di circa 20 minuti. Carmine Coppola, a nome dell’Acr Messina e del presidente Pietro Sciotto, ha donato alla famiglia Currò una maglia con la stampa del nome di Tonino.

Il sindaco romettese, invece, ha omaggiato i familiari con una targa in ricordo del ragazzo, morto alla giovanissima età di 24 anni, mentre seguiva la sua squadra del cuore, e con la consegna di un mazzo di fiori. Merlino, a sua volta, ha ricevuto una targa da parte dell’Asd Rometta Marea, che ha ringraziato il sindaco per aver sempre sostenuto l’attività sportiva e reso agibile il campo di calcio di Contrada Filari, insieme ad altre strutture, che l’amministrazione comunale ha riqualificato in questi anni, rendendole fruibili a tutti. E non solo alle società sportive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rometta, intitolato il campo sportivo all’indimenticato tifoso giallorosso Tonino Currò

MessinaToday è in caricamento