Cronaca

Furto di profumi costosi, nei "guai" una ventisettenne

Obbligo di presentazione per una donna sorpresa dai carabinieri della stazione Arcivescovado con due confezioni del valore di circa 240 euro che poco prima aveva preso dallo scaffale di un negozio del centro


E' stata trovata con due flaconi di un costoso profumo presi dagli scaffali di un negozio del centro, una ventisettenne arrestata dai carabinieri  della Stazione Arcivescovado con l’accusa di furto aggravato. L’arresto è stato convalidato dal giudice che ha per la donna ha disposto l’obbligo della presentazione alla polizia giudiziaria ed è tornata libera. Tutto è cominciato ieri pomeriggio quando l’addetto alla sorveglianza di un negozio del centro ha notato strani movimenti nel settore della profumeria ed ha chiesto l’intervento dei carabinieri.

Poco dopo è arrivata una pattuglia della stazione Arcivescovado, l’attenzione è stata puntata sulla giovane donna che è stata sorpresa con due confezioni di profumo, del valore complessivo di 240 euro, portate via poco prima dagli scaffali espositori dell’esercizio commerciale. La giovane donna è stata fermata ed arrestata in per furto aggravato. I due flaconi di profumo sono stati restituiti al proprietario. Stamattina, la donna è stata condotta in Tribunale per il giudizio direttissimo al termine del quale, il giudice dopo aver convalidato l’arresto fatto dai  carabinieri, a carico della giovane ha disposto l’obbligo della presentazione alla pg.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di profumi costosi, nei "guai" una ventisettenne

MessinaToday è in caricamento