Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

"Il Ponte sullo Stretto sarà transitabile nel 2032"

Il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Matteo Salvini, non ha dubbi: "Opera fondamentale, tutti aspettano da 50 anni"

"Il Ponte sullo Stretto di Messina sarà transitabile nel 2032". Parola del ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Matteo Salvini, che oggi 10 maggio ha incontrato i sindacati. Al termine del vertice ha snocciolato date e numeri. Nelle intenzioni del ministro non solo nel 2032 le auto potranno percorrere il Ponte, ma la data "x" coinciderà "con il completamento dei lavori della 106 in Calabria, dell'alta velocità Salerno-Reggio Calabria e del potenziamento di strade e ferrovie fra Palermo, Catania e Messina".

"È stata - spiega Salvini - una mattinata densa di contenuti e concretezza, è l'inizio di un cammino e ci siamo riconvocati a fine giugno. L'entrata del nuovo codice degli appalti che entrerà in vigore a luglio sia condivisa. Stiamo sbloccando i cantieri e tra ferrovie e strade investiremo 50 miliardi nel 2023. Il Ponte di Messina è fondamentale e tutti lo aspettano da 50 anni".

Salvini annuncia anche tavoli tematici sulla sicurezza sul lavoro. "Abbiamo affrontato il tema dell'edilizia - aggiunge il ministro -, affitto, studenti, operai, impiegati ci sarà una direzione ad hoc al ministero riservata solo all'edilizia. Abbiamo parlato del settore dell'auto e ribadisco il fatto che l'elettrico può essere una parte ma non il tutto. Mi è stata chiesta la trasparenza dei cantieri Pnrr in stazioni, ferrovie".

"La posizione della Cisl sul Ponte sullo Stretto è chiara siamo convinti che sia un progetto industriale che deve essere ripreso e attualizzato rispetto a quelle che sono le nuove tecnologie, e che possa costituire un volano straordinario per tutto il sistema infrastrutturale del Sud", il commento del segretario confederale Cisl, Andrea Cuccello.

Critica la Cgil. "Rimangono ancora tutti i nodi da sciogliere a partire dallo sblocco delle risorse del Pnrr, dalle criticità del Codice appalti, al dumping contrattuale nel subappalto, al Ponte sullo Stretto", dice la vicesegretaria generale della Cgil, Gianna Fracassi. La sindacalista rincara la dose: "Manca un quadro strutturato per rispondere a un nuovo modello di mobilità sostenibile, interventi su Tpl, su salute e la sicurezza, risposte per l'emergenza casa, sfratti, edilizia pubblica sociale e studentesca". 

Quanto costerà il ponte sullo Stretto?

Secondo i dati forniti nei giorni scorsi dal sottosegretario ai Trasporti Edoardo Rixi alle commissioni riunite Trasporti e Ambiente della Camera, il Ponte costerà 13,5 miliardi. "Nel 2011 il costo era di 8,5 miliardi - le sue parole - quindi è salito da 8,5 a 13 miliardi complessivamente. Di questi 8,5 miliardi, quelli di cui stiamo parlando sull'aggiornamento prezzi sono i 6,7 miliardi che riguardano il contratto col contraente generale".

A causare i maggiori rincari l'aumento esponenziale delle materie prime legati in particolar modo all'opera ferroviaria. Il progetto non è diverso da quello già approvato nel 2011. "Però c'è un'evoluzione tecnologica con nuovi sensori che verranno installati sul Ponte", la precisazione di Rixi.

Fonte Today

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il Ponte sullo Stretto sarà transitabile nel 2032"
MessinaToday è in caricamento