Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Giostra / Via San Michele

Il torrente in piena mette in ginocchio San Michele: residenti senz'acqua e bloccati in casa

I disagi dopo il temporale di ieri. Un fiume di fango ha travolto le auto e allagato diverse abitazioni. Fulco: "Pericoli denunciati da anni, nessuno è mai intervenuto". Palazzo Zanca accelera per le opera di messa in sicurezza in tutta la città

A San Michele si fa la conta dei danni. Dopo l'esondazione del torrente la situazione nel villaggio resta critica con decine di famiglie bloccate in casa e problemi all'erogazione idrica. I tubi dell'acqua, infatti, attraversano il torrente e sono stati danneggiati dai detriti durante la piena. Sul posto i tecnici dell'Amam lavorano per ripristinare il servizio. 

Al momento, sul letto della fiumara scorre appena un rivolo d'acqua, ma ieri fango e detriti hanno superato gli argini e invaso strade, abitazioni e alcune auto. Particolarmente critica la situazione in contrada Pisciotta con allagamenti nella case poste al piano terra.

Il torrente in piena travolge le auto - VIDEO

E i residenti del villaggio ieri pomeriggio hanno vissuto momenti di panico, in particolare una ragazzina diversamente abile, quando le ruote della sua carrozzina sono rimaste intrappolate nel fango.

"E' tutto sottosopra - spiega il consigliere del quinto quartiere Lorena Fulco - e siamo molto arrabbiati. Non ci sono vie di fuga e tante persone restano intrappolate in seguito ad un temporale. Sono anni che denuncio le criticità di San Michele, ma finora nessuna amministrazione è intervenuta. Auspico che il sindaco De Luca possa invertire la rotta, ma finora solo passerelle come quella di martedì scorso a Giampilieri".

Lo stesso De Luca sarà a San Michele nel pomeriggio per effettuare un sopralluogo e coordinare gli interventi.

Violento temporale in città, strade e negozi allagati

Le immagini delle auto travolte dal torrente sono state accompagnate da diverse critiche contro chi aveva parcheggiato la propria vettura proprio nella fiumara. "Sappiamo tutti che non si può parcheggiare nel torrente - precisa Fulco - ma a San Michele ci sono pochissimi posti riservati alle auto e nelle strade principali vige il divieto di sosta. Le abitazioni del villaggio sono tutte costruite a norma di legge, ma l'espansione edilizia non è stata seguita da un sistema viario efficiente.  Facile parlare dietro uno schermo".

Situazione critica anche a San Saba. Alcune famiglie di contrada Mella sono rimaste isolate a causa di una massa di detriti che ha invaso la strada di collegamento con la statale 113. Il consigliere Mario Biancuzzo ha chiesto a Palazzo Zanca l'invio di un mezzo meccanico per liberare l'arteria. 

Intanto Palazzo Zanca ha pubblicato la gara per la manutenzione dei torrenti cittadini. A disposizione 750mila euro che serviranno per gli interventi previsti già dalle prossime settimane. 

Ci sono poi i 7 milioni che l'amministrazione ha prelevato dall'agenda urbana e per i quali sono state trasmesse alla Regione le relative schede Rendis all'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.

Al momento si lavora a Giampilieri, Briga, Zafferia e torrente Giudeo,  in sinergia con guardia forestale e genio civile. Successivamente si passerà agli interventi straordinari con l'avvio dei lavori per i torrenti Papardo, Larderia. A Bordonaro verrà invece realizzata una strada di collegamento tra le frazioni inferiore e superiore. 

"Si sta dando un'accelerata - precisa l'assessore alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli -  per iniziare quanto prima le opere di messa in sicurezza. Di contro riscontriamo tagli del commissario straordinario della Regione con un decreto che non finanzia i nostri undici progetti per un'errata attribuzione del punteggio. Abbiamo fatto ricorso in via amministrativa, ma adesso è stato incaricato i un legale per l'appello al Tar".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il torrente in piena mette in ginocchio San Michele: residenti senz'acqua e bloccati in casa

MessinaToday è in caricamento