Cronaca

Ai domiciliari per tentato furto e lesioni a pubblico ufficiale, ma girava liberamente in strada

L'uomo è stato sorpreso ieri dagli agenti fuori dalla sua abitazione. L'uomo lo scorso 13 luglio era stato fermato per aver danneggiato e messo a soqquadro due auto. Giunto in caserma aveva aggredito gli agenti e danneggiato i mobili

Lo scorso 13 luglio aveva aggredito gli agenti e danneggiato i mobili della caserma dopo essere stato fermato in flagrante dopo aver danneggiato e messo a soqquadro due auto. Il 37enne Santino Soffli ieri pomeriggio si trovava liberamente in strada ed è stato subito notato da una volante della polizia e riportato in caserma.  Il messinese adesso dovrà rispondere anche di evasione davanti all'autorità giudiziaria che lo giudicherà nuovamente in direttissima. 

Tutto è iniziato la notte del 13 luglio, intorno alle 4. Qualcuno ha notato il 37enne aggirarsi nei pressi di villa Dante con fare sospetto e ha allertato il 113. Giunti sul posto i poliziotti hanno sorpreso Soffli in possesso di due cric, chiavi per svitare i bulloni delle ruote, cacciaviti e un gancio traino. Il malvivente ha tentato di disfarsi di tutto il materiale gettandolo in un'aiuola, ma è stato bloccato. Gli agenti hanno poi accertato che due auto poste nelle vicinanze erano state danneggiate.Entrambe le vetture, infatti,  avevano il vetro deflettore posteriore rotto ed erano state forzate e messe a soqquadro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ai domiciliari per tentato furto e lesioni a pubblico ufficiale, ma girava liberamente in strada

MessinaToday è in caricamento