rotate-mobile
Cronaca

Totò Schillaci racconta il tumore: "Sono stato operato due volte, mi è caduto il mondo addosso

L'ex bomber del Messina: "In mente mi è venuto di tutto, ora sto meglio"

"Il mondo mi è caduto addosso, sono andato in depressione, avevo paura di morire". Lo racconta Totò Schillaci al 'Corriere della Sera' parlando del tumore che lo ha colpito 14 mesi fa e da cui sembra sia riuscito a guarire dopo essersi sottoposto a due operazioni.  "In mente mi è venuto di tutto" dice l'ex bomber, "ma fortunatamente questo brutto male era circoscritto al colon, non ha danneggiato altri organi ed è stato tolto. Non ho più il retto e lo sfintere. Però tra morire e avere questi problemi, meglio qualche piccolo problema". 

Una battaglia che lo ha segnato, ma oggi il peggio sembra alle spalle: "Sono stato operato due volte", racconta l'ex attaccante rimasto nel cuore degli appassionati soprattutto per le sue reti a 'Italia 90', "poi a distanza di sei mesi mi hanno trovato una piccola macchiolina sulla cervicale, me l'hanno bruciata una settimana fa con la radioterapia e oggi ho i controlli per sapere se tutto è a posto. Ma mi sento bene, vorrei continuare a vivere".

Schillaci qualche mese fa è stato convocato per un talent show insieme alla moglie che andrà in onda dal 9 marzo ogni giovedì. Ex Messina, Juve, Inter e Jubilo Iwata (Giappone), più di 200 gol in carriera, una breve stagione tra la Sicilia e il bianconero culminata col Mondiale del '90 di cui fu capocannoniere con 6 gol, è stato il volto delle "notti magiche" di Italia '90. Schillaci oggi ha 58 anni e vive nella sua Palermo. Chiusa la carriera da calciatore si è reinventato come volto del piccolo schermo, prima nello show televisivo 'L'isola dei famosi' (nel 2004) e poi vestendo i panni dell'attore nella serie televisiva 'Squadra antimafia - Palermo oggi', nonché partecipando come ospite in altre trasmissioni. Da oggi lo vedremo di nuovo in tv come concorrente del programma Sky Pechino Express.  Il discorso si sposta di nuovo sul tema della salute. Che cosa ne pensa Schillaci delle parole di Dino Baggio sulle sostanze assunte in quegli anni dai calciatori? "Prendevamo qualsiasi cosa ci davano", ammette, "ma sotto controllo medico. Collegare queste malattie al passato? Non ci voglio nemmeno credere, spero non sia così e voglio avere fiducia nei medici". 

Fonte: Today

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Totò Schillaci racconta il tumore: "Sono stato operato due volte, mi è caduto il mondo addosso

MessinaToday è in caricamento