rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca

Terzo sciopero in Atm, linea dura dei lavoratori: "Dall'azienda posizioni arroganti e dichiarazioni lesive e omissive"

La nota di Filt Cgil, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Ugl e Orsa. Sindacati favorevoli alla commissione di inchiesta proposta dal consiglio in commissione comunale

Terzo sciopero all'Atm Spa. Prosegue la linea dura dei sindacati contro la gestione dell’azienda. I lavoratori si fermeranno per 4 ore, dalle 16 alle 20 il prossimo 26 gennaio. Il terzo sciopero del largo fronte sindacale formato in Atm da Filt Cgil Uiltrasporti Faisa Cisal Ugl e Orsa è la risposta che arriva dai sindacati "contro le posizioni arroganti e alle solite dichiarazioni lesive e omissive della dignità dei lavoratori e della verità che il presidente Campagna ha inteso dare ai componenti delle commissioni bilancio e trasporti riunitesi venerdì scorso per affrontare le criticità che i sindacati da mesi denunciano".

"Abbiamo ringraziato i consiglieri per aver attenzionato in sede istituzionale di commissione consiliare le gravi criticità che questi sindacati hanno segnalato e che sono alla base dello sciopero del 26 gennaio prossimo come dei due precedenti, che hanno visto l’adesione massiccia dei lavoratori", dichiarano i sindacati. Che continuano: "Riteniamo che nell’interesse dei diritti della stragrande maggioranza lavoratori Atm che tuteliamo e della intera cittadinanza - continuano i sindacati - sia necessario che la commissione comunale di inchiesta proposta venga nel più breve tempo possibile costituita al fine di verificare le reali modalità di gestione interna dell’azienda e come vengano utilizzate le enormi risorse pubbliche che il Comune e la Regione mettono a disposizione di Atm Spa per il servizio pubblico e per i tanti bandi di appalto tra cui quelli di manutenzione delle vetture tranviarie".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzo sciopero in Atm, linea dura dei lavoratori: "Dall'azienda posizioni arroganti e dichiarazioni lesive e omissive"

MessinaToday è in caricamento