rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Bus Atm fermi: al via lo sciopero degli autisti

La protesta indetta da Cgil e Uil Trasporti. Chiusa l'officina e stop al servizio carro attrezzi

Così come annunciato, è iniziato alle 9 lo sciopero dei dipendenti Atm proclamato da Filt Cgil e Uil Trasporti. La protesta, che segue quella dello scorso 14 dicembre,  durerà fino alle 18 e causerà i primi disagi a tutti gli utenti del trasporto pubblico locale. Alle 10 il piazzale dell'azienda di via La Farina è stato nuovamente riempito dai bus rientrati in deposito, mentre risulta chiusa l'officina, così come precisato dai sindacati, e fermo il servizio di carro attrezzi.

"Dobbiamo ringraziare i lavoratori che hanno risposto aderendo numerosi allo sciopero - scrivno Filt Cgil e Uiltrasporti- da giorni infatti in Atm Spa ravvisavamo nuovamente manovre chiare per limitare l’adesione alla protesta di Cgil e Uil . Ci risultano liste di prescrizione con lavoratori iscritti a Cgil e Uil che vengono posti in congedo d’ufficio nella giornata di sciopero o spostati dal turno programmato al fine di impedire l’adesione agli associati di queste sigle.Una strana coincidenza - che giudichiamo  illegittima - visto che l’azienda difficilmente concede ferie anche su specifica richiesta ma nella giornata di sciopero è proprio Atm a disporle d’ufficio. Non ci stupisce dover ricorrere nuovamente alle denunce agli organi competenti per violazioni dei basilari diritti dei lavoratori ed il diritto di sciopero che in tale circostanza, in sede locale,  è coincidente peraltro con una protesta nazionale unitaria e quindi ancor più grave. Reputiamo tali comportamenti gravissimi ed irrispettosi dei diritti dei lavoratori e del sindacato le cui denunce in questi anni di mala gestione ormai non si contano- continuano i sindacati - ma non ci stupisce perché in linea con un’azienda che da due anni viene guidata volutamente in modo autoritario, dal presidente del Cda Pippo Campagna, con continue vessazioni mirate ai lavoratori, con particolare “attenzione” agli iscritti ai sindacati non graditi dal management. L’Atm Spa inoltre appare da due anni essere una “dependance politica” dell’amministrazione comunale - dichiarano Filt Cgil e Uiltrasporti-un’azienda allergica al dissenso ove imporrre con metodi discutibili  il pensiero unico, a furia di contestazioni e discriminazioni  di chi comanda al vertice e non amministra la società  . Ci auguriamo di assistere alle battute finali - concludono Filt Cgil e Uiltrasporti- e che specie in questa delicata fase elettorale che si avvia in città  si pongano finalmente in Atm Spa le condizioni minime necessarie per vivere e lavorare serenamente senza condizionamenti, i lavoratori sono stanchi".

L'Atm replica: "Adesione al 20%, rispettato il diritto allo sciopero limitando i disagi"

"Sono intorno al 20% i dipendenti di Atm che hanno aderito allo sciopero nazionale indetto dalle rappresentanze sindacali di FIT CISL, FAISA CISAL e UGL FFNA; non è possibile rilevare il dato dell’adesione allo sciopero aziendale indetto da altre sigle considerato che è stato volutamente organizzato in concomitanza con la manifestazione indetta per il tema, molto sentito da tutto il comparto, del rinnovo del CCNL Autoferrotranvieri scaduto da diversi anni. La società, nel pieno rispetto della norma e del diritto allo sciopero, si è adoperata per limitare al minimo i disagi per l’utenza venendo incontro alle esigenze emerse nell’arco della giornata. La tendenza al momento attuale vede una diminuzione degli aderenti con il passare delle ore ma per avere i dati ufficiali bisognerà attendere la fine della manifestazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bus Atm fermi: al via lo sciopero degli autisti

MessinaToday è in caricamento