Cronaca

Viadotto Ritiro, scioperano gli operai: "Stipendi non pagati"

L'iniziativa organizzata dalla Feneal Uil critica contro il Cas: "Silenzio assordante"

Giornata di sciopero dei lavoratori della Toto Costruzioni impegnati nel cantiere del viadotto Ritiro, i quali hanno aderito alla mobilitazione proclamata dalla Feneal Uil per denunciare il mancato pagamento di due mensilità di stipendio arretrate.

“Una situazione vergognosa ed inaccettabile che sta mettendo a serio rischio di sopravvivenza decine di famiglie degli operai della Toto costruzioni che non ricevono emolumenti da oltre due mesi e che vede il contestuale assordante silenzio da parte del Cas, committente dell’opera, che fa finta di nulla. In questo quadro caratterizzato da un impressionante scaricabarile, desideriamo esprimere il nostro ringraziamento pubblico alla signora prefetto di Messina Cosima Di Stani, unitamente all’ufficio di gabinetto della Prefettura, per il fattivo intervento ed il concreto interessamento sulla vicenda attraverso una diretta interlocuzione con la Toto costruzioni e il Cas su una problematica che sta causando serissime conseguenze sociali. Insieme alle maestranze, pertanto, attendiamo, con grande fiducia, le risultanze che, a strettissimo giro, dovrebbero giungere a seguito dell’autorevole intervento della dott.ssa Di Stani” lo hanno dichiarato Ivan Tripodi, segretario generale della UIL Messina, e Pasquale De Vardo, segretario generale Feneal Uil Tirrenica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viadotto Ritiro, scioperano gli operai: "Stipendi non pagati"
MessinaToday è in caricamento