Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Consiglieri asini senza ali... la battuta dell'assessore Tringali che scatena la guerra in consiglio

Seduta sospesa dopo l'intervento dell'esponente di giunta mentre parlava il consigliere La Tona. La decisione del presidente Cardile

 

Una rissa verbale in piena regola che ha scatenato un vero e proprio terremoto in consiglio comunale costringendo il presidente del consiglio a sospendere la seduta.

Tutto è cominciato quando l'assessore Laura Tringali è intervenuta mentre parlava il consigliere Pietro La Tona. “Magari le aveste le ali” ha detto con riferimento alla frase ormai leit motiv del sindaco rivolta ai consiglieri “asini volanti”.

Un commento che non è sfuggito ai consiglieri (qualcuno ha commentato “anche i pullici hannu a tussi”) che hanno inveito contro l'assessore che è stata duramente redarguita dal presidente Claudio Cardile. L'assessore non ha voluto abbandonare l'aula costringendo Cardile alla sospensione.

Pochi interventi prima la Tringali era stata chiamata in causa da Alessandro Russo. “Mi fa pena”, aveva detto il consigliere del Pd rispetto alle scelte operate negli ultimi mesi nel panorama scolastico “senza evidenze scientifiche”.

Alle 13.23 sono ripresi i lavori escludendo dall'Aula l'assessore e dando di nuovo la parola al consigliere La Tona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Potrebbe Interessarti

Torna su
MessinaToday è in caricamento