Cronaca

Trasporti e nuovi spazi per le scuole, vertice in prefettura. Parola d'ordine: "Riaprire in presenza”

Mentre sul fronte vaccinazione, sia del personale scolastico che degli studenti, si giova una partita delicata, si riprogramma il ritorno in aula. I fondi dal governo e l'invito ad istituire la figura del mobility manager

La parola d’ordine è riaprire in presenza. Lo ha ribadito il sottosegretario alla Pubblica istruzione Barbara Floridia stamani in prefettura per un approfondimento dell’organizzazione dell’avvio del prossimo anno scolastico e del piano nazionale “RiGenerazione Scuola” proprio mentre sul fronte vaccinazione, sia del personale scolastico che degli studenti, si giova una partita delicata.

Presenti anche il dirigente l’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, del dirigente l’Ufficio Scolastico Provinciale e del Commissario straordinario per l’Emergenza Covid-19, con la partecipazione dei sindaci e dei commissari straordinari dei Comuni della provincia.

Il prefetto Cosima Di Stani, in apertura dei lavori, ha sottolineato l’importanza - a fronte dell’esperienza maturata con riferimento all’anno scolastico appena concluso - di fornire degli elementi informativi di prospettiva, sia avuto riguardo ai dati statistici del personale docente e amministrativo già vaccinato sia all’organizzazione del sistema di trasporto pubblico locale.

Il sottosegretario di Stato – Barbara Floridia – ha quindi richiamato l’attenzione su alcune raccomandazioni del Comitato tecnico scientifico e, in particolare, sulla inderogabile necessità di assicurare la didattica in presenza, quale precipuo elemento di benessere degli studenti, e a tal fine sulla correlata esigenza di sensibilizzare la popolazione scolastica a vaccinarsi.

Al riguardo, come evidenziato dal sottosegretario, emergono dei dati significativi che depongono per un’alta percentuale, circa l’80%, del personale scolastico già vaccinato. 

Per il Comitato tecnico scientifico il distanziamento, continua a costituire misura prioritaria di sicurezza. L’impossibilità di mantenere i necessari distanziamenti nelle aule, si legge sulla nota di commento del Ministero dell’Istruzione, comporterà l'esigenza di adottare altre misure, ormai note, di prevenzione come l’obbligo di indossare mascherine chirurgiche nei locali chiusi.

Barbara Floridia ha dato dunque puntuale contezza dei fondi e degli incrementi stanziati in materia dal Governo tra cui quelli destinati al trasporto pubblico aggiuntivo, invitando i rappresentanti degli enti locali intervenuti a prevedere l’apposita figura del Mobility Manager ai fini dell’adozione e attuazione di un Piano di Mobilità, delle somme per l’acquisizione di ulteriori spazi per aule e arredi scolastici, soffermandosi infine sul Piano per la transizione ecologica e culturale delle scuole di cui l’Italia si è dotata per prima nel panorama europeo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti e nuovi spazi per le scuole, vertice in prefettura. Parola d'ordine: "Riaprire in presenza”

MessinaToday è in caricamento