rotate-mobile
Cronaca

Dad in attesa del secondo tampone, Scuola in presenza: “Interpretazioni arbitrarie dell'Asp sulle circolari del ministero”

La nota al commissario per l’emergenza Covid, alle Usca e agli assessorati alla Salute e all’Istruzione dopo “numerose segnalazioni” di anomalie nella gestione della “sorveglianza con testing”

 “Interpretazioni arbitrarie, da parte dell'Asp di Messina, della Circolare Ministeriale che da qualche giorno è in vigore per la gestione dei casi Covid nelle scuole”.

E’ quanto segnala il Comitato Scuola in presenza che ha scritto al commissario per l’emergenza Covid, alle Usca e agli assessorati alla Salute e all’Istruzione dopo “numerose segnalazioni” di anomalie nella gestione della “sorveglianza con testing”, che non prevede alcuna quarantena con un solo positivo in classe, ma due tamponi di controllo.  Le disposizioni ministeriali dispongono che se il risultato del primo è negativo si può rientrare a scuola mentre Usca – che pure consente il ritorno in classe dopo il primo esito negativo – chiede di rimettere in dad in attesa del risultato del secondo tampone (T5). Una anomalia, per il Comitato Scuola in presenza, in quanto gli studenti si trovano nella stessa situazione sanitaria del giorno precedente, in cui di fatto hanno frequentato.

“Se così fosse – scrivono alle autorità preposte -  si tratta di una forzatura della circolare ministeriale, che in nessun caso menziona tale possibilità (a meno che non vi siano evidenti motivazioni, in termini epidemiologici - che vanno comunque adeguatamente documentati). Vi chiediamo dunque di applicare interamente quanto previsto dalla circolare ministeriale di cui sopra e di rispettare anche lo spirito che essa esplicitamente manifesta, ossia quello di limitare il più possibile la didattica a distanza per gli studenti, dal momento che sono ormai appurati i gravi danni che essa ha arrecato alla salute complessiva e al benessere di bambini e ragazzi. Se ciò non dovesse avvenire, il Comitato Scuola in Presenza di Messina è pronto a manifestare le proprie perplessità e a richiedere chiarimenti nelle sedi opportune”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dad in attesa del secondo tampone, Scuola in presenza: “Interpretazioni arbitrarie dell'Asp sulle circolari del ministero”

MessinaToday è in caricamento