rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca

Bimbi senza riscaldamenti, tra i rifiuti e cancello pericoloso: Sos al Comune dalla scuola Villa Lina

Le segnalazioni dei genitori sui disagi dentro e fuori l'istituto. Il direttore amministrativo: "Facciamo il possibile per garantire decoro e sicurezza. Responsabili di Palazzo Zanca hanno già effettuato un sopralluogo nei plessi e preso nota di tutte le carenze"

Ancora disagi nelle scuole di Messina. Dopo l’interrogazione del consigliere comunale Giandomenico La Fauci sulla mancanza di riscaldamento alla scuola primaria Mauro-Badiazza, arrivano le segnalazioni anche per il plesso di Villa Lina che già nei giorni scorsi ha fatto discutere per i cumuli di spazzatura davanti all’ingresso.

Da giorni, da quando i piccoli studenti sono rientrati dalle vacanze natalizie si vive all’addiaccio.

“I termosifoni sono ancora spenti”, tuona una mamma. “Esistono leggi che tutelano la salute degli studenti in ambiente scolastico? C'è qualche rappresentante che può evidenziare questa situazione?”.

E poi, inevitabile, la riflessione: “Il Comune dovrebbe chiudere una scuola che non presenta requisiti di agibilità o, in alternativa, trovare una soluzione come quello di mettere stufe o altre fonti di calore in via emergenziale”.

Un problema che investe in pieno anche il personale scolastico dell’istituto diretto da Maria Concetta D’Amico in una scuola dove sono tante le complessità da gestire che vanno dall’integrazione, al disagio economico alla marginalità sociale.

Una marginalità che diventa evidente anche nei venti metri di spazzatura davanti all’ingresso, frutto certo degli incivili che mettono il carico come a briscola sulle difficoltà a gestire la raccolta e ad effettuare mirati controlli.

Un complesso di questioni - alcune in piedi da anni - di cui non si riesce a venire a capo.  Ma le risposte devono arrivare dal Comune.

“La scuola fa tutto quanto è possibile per garantire decoro e sicurezza – spiega il direttore amministrativo Giovanni dell’Acqua - Segnaliamo puntualmente a Messina Servizi la presenza dei rifiuti, davvero sconfortante per noi vedere i nostri ragazzi assistere a questo degrado. Sulla questione riscaldamenti speriamo si possa presto risolvere la questione. Per quanto riguarda il plesso Mauro Badiazza è accaduto che quando i tecnici sono andati ad accendere la caldaia si sono accorti che era entrata acqua in serbatoio e non hanno potuto rifornire di gasolio. Il Comune è già intervenuto e a giorni dovrebbe risolvere definitivamente il problema perché è stato effettuato il lavoro necessario al ripristino. Per quanto riguarda Villa Lina invece ci siamo resi conto che probabilmente c’è una perdita nella caldaia. Abbiamo concordato con Palazzo Zanca l’opportunità di rifare un rifornimento di gasolio e con il serbatoio pieno monitoreremo la situazione”.

Non mancano altre segnalazioni come quella del cancello d’ingresso ammalorato, dove interi pezzi sono andati via “mangiati” dalla ruggine.

“Anche su questo – conclude Dell’Acqua – è tutto relazionato. Responsabili del Comune hanno fatto il giro dei plessi e preso nota di tutte le carenze. Speriamo in interventi immediati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbi senza riscaldamenti, tra i rifiuti e cancello pericoloso: Sos al Comune dalla scuola Villa Lina

MessinaToday è in caricamento