Scuole Elementari e Medie riapriranno regolarmente, lavori in corso in 40 Istituti

L'assessore ai Lavori Pubblici Salvatore Mondello ha annunciato che a meno di sorprese dell'ultima ora non ci saranno chiusure improvvise. Novità per la Leopardi, l'asilo di Montepiselli e Bisconte. La Castronovo di Bordonaro sarà abbattuta e ricostruita

Cartello d'ingresso della scuola Castronovo

Sarà un inizio anno scolastico molto più tranquillo. Tutte le scuole Elementari e Medie del territorio comunale - a meno di sorprese dell'ultima ora - riapriranno senza trasferimenti e doppi turni tra pochi giorni. Lo assicura il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Salvatore Mondello che sta lavorando in queste ore proprio sulle condizioni strutturali degli edifici scolastici e rispetto ai numeri dello scorso agosto quando l'ordinanza del sindaco De Luca fece "esplodere" il caso le cose sono cambiate.

Su 104 edifici pubblici di competenza comunale dalle sette scuole di dodici mesi fa completamente a norma sulla vulnerabilità sismica le verifiche con consegna sono salite oggi a 26, quaranta i plessi dove gli interventi sono in fase di esecuzione mentre trentotto le scuole dove si stanno per affidare i lavori. "A meno di sorprese tutte le scuole di nostra competenza - risponde Mondello - riapriranno regolarmente, abbiamo dato via libera anche alla Leopardi, al plesso di Bisconte e all'asilo di Montepiselli; discorso diverso riguarda le misure antincendo che per effetto di direttive del ministero degli Interni si possono derogare attraverso misure compensative".

La Regione ha dato anche l'ok per la Ettore Castronovo di Bordonaro che secondo quanto annunciato sarà abbattuta e ricostruita secondo delibera approvata nelle scorse settimane perché è più costosa la ristrutturazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In molti ricordano ancora l'ordinanza del sindaco Cateno De Luca del 3 agosto 2018 che aveva disposto la chiusura dei plessi fuori regola perché con problemi strutturali. Arrivò il decreto milleproroghe a convincere il sindaco dopo vari incontri, anche in prefettura, a disporre la riapertura delle scuole dopo un inizio limitato e con turni e trasferimenti in altre sedi. Entro un anno si disse la definizione dei progetti ed entro tre anni la conclusione delle opere. Secondo un dossier all'Ispettorato del Lavoro erano ben centoventi i plessi non a norma, 104 del Comune e sedici locati da privati e dunque la manutenzione è a carico di quest'ultimi. Dodici mesi dopo la riapertura di Elementari e Medie sarà meno frenetica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia di Milazzo, i primi risultati dall'autopsia: Visalli non è morto per annegamento

  • Milazzo, secondo giorno di ricerche di Aurelio Visalli: città sotto choc

  • Si tuffano in mare a Milazzo nonostante la burrasca, ragazzi in balìa delle onde: un disperso tra i soccorritori

  • Nonno positivo al Covid, tre alunni della "Catalfamo" in quarantena

  • Giovane positivo al coronavirus, una classe in quarantena a Milazzo

  • Il coronavirus non risparmia le attività commerciali, chiuso il Caffè Boccetta: positivo un cliente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento